Zielinski guida le 5 sicurezze a centrocampo

Il centrocampista polacco del Napoli Piotr Zielinski, guida le 5 sicurezze a centrocampo.

, Zielinski guida le 5 sicurezze a centrocampo
Ag Napoli 26/01/2020 – campionato di calcio serie A / Napoli-Juventus / foto Alessandro Garofalo/Image Sport nella foto: Piotr Zielinski

Piotr Zielinski (NAPOLI-BOLOGNA). Il numero 20 della squadra partenopea è senza alcun tipo di dubbio tra i centrocampisti più on fire dell’intera Serie A. Nelle ultime 4 gare ha messo a segno 2 gol, e le sue prestazioni sono sempre state abbondantemente sopra la sufficienza. Il Napoli in casa si dimostra essere una vera macchina da guerra, una squadra che cambia totalmente rispetto a quella della versione wish vista in trasferta. Difesa attenta, centrocampo disciplinato e attacco pronto a trasformare in gol. Un sogno dalle parti di Napoli, un miraggio per la stagione travagliata di Rino Gattuso. Dall’altra la squadra di Sinisa arriva da un mese importante, con la sola macchia sarda a sporcare un cammino quasi perfetto. Il Bologna non è da sottovalutare, ma diciamo che soffre ancora le ripartenze in contropiede degli avversari, con 4 giocatori fermi ad attaccare. Sui 90 minuti questo atteggiamento potrebbe pagare e allora puntare su uno degli uomini più in forma del campionato ci sembra essere una cosa buona e giusta.

Antonin Barak (VERONA-MILAN). Tra i centrocampisti più in forma di questo momento c’è sicuramente l’ex Udinese Antonin Barak. Il Verona di Juric sta vivendo un 2021 da prima della classe e questo è sicuramente grazie anche alle magie di Barak. 6 gol e 2 assist per il numero 7 di casa Hellas, che grazie alla sua crescita sta di fatto trascinando gli scaligeri verso posizioni di altissimo livello. Al Bentegodi arriverà il Milan orfano di Ibrahimovic, una squadra che negli ultimi mesi sembra aver perso continuità di prestazione e fiducia nei propri mezzi. Ci aspettiamo una gara fisica e di carattere, ecco allora spiegato per Barak va schierato.

Frankck Kessie (VERONA-MILAN). L’unica sicurezza di questo Milan 2021. Il centrocampista rossonero è l’uomo da tenere più in considerazione tra gli uomini di Pioli. Gol, regia, fisico: il Milan ha il mediano più efficace in zona gol in questa Serie A. A dirlo sono i numeri che viaggiano di pari passo con il numero di penalty concessi al Diavolo. Tanti, ma mai troppi per i fantallenatori che hanno il “Presidente” in squadra, uno che sa il fatto suo dagli 11 metri. Ma Franck non è solo questo, è l’unica vera garanzia in costruzione di manovra, nella rottura del gioco avversario e non dimentichiamoci il valore aggiunto, anima e uomo spogliatoio per eccellenza. In questo momento uno dei pochi da schierare sotto il balcone di Giulietta.

Filip Djuricic (SASSUOLO-UDINESE). Il 10 neroverde ci ha ben impressionati nell’ultima gara di campionato contro il Napoli. Forma, tecnica e tattica al servizio delle idee visionarie di De Zerbi. In questa forma Filip potrebbe ricominciare a regalare bonus importanti e non averlo in formazione potrebbe rivelarsi come la scelta più sbagliata di giornata. Una stagione altalenante con pochi acuti in zona bonus, ma con prestazioni in netta crescita dopo la sosta forzata causa Torino-Covid. Contro una difesa ben strutturata come quella dell’Udinese, gli attaccanti potrebbe soffrire, ma chi inizia la sua manovra da dietro potrebbe trovarne giovamento. Contro l’Udinese va schierato.

Henrikh Mkhitaryan (ROMA-GENOA). 6 gare senza particolari acuti, e una forma non troppo invidiabile dovrebbero fornirci le prove giuste per lasciarlo fuori dalle nostre sicurezze di giornata, ma invece no. L’armeno va inserito titolare anche nel caso in cui dovesse giocare bendato e con una gamba ingessata, perchè il suo istinto killer non conosce forma. Con Spinazzola tornato a fare la voce grossa in campo da quel lato (se evita di farsi l’autogol ci fa un piacere), l’ex United potrebbe approfittarne e ricordarsi che nella gara di andata contro il Genoa, si era portato a casa il pallone. Una tripletta da Panico e Paura a Marassi, indimenticabile. Noi questa volta ci giochiamo il 77 sulla ruota di Roma e voi fate un po’ come volete.