Zielinski guida le 5 sicurezze a centrocampo

Il centrocampista polacco del Napoli guida le 5 sicurezze a centrocampo nella 36° giornata di campionato.

zielinski, Zielinski guida le 5 sicurezze a centrocampo
Ag Napoli 26/01/2020 – campionato di calcio serie A / Napoli-Juventus / foto Alessandro Garofalo/Image Sport nella foto: Piotr Zielinski

Piotr Zielinski (NAPOLI-UDINESE). Il numero 20 del Napoli si conferma essere uno dei centrocampisti più in palla di questo finale di stagione. Contro lo Spezia ha messo a segno un gol e un assist facendo letteralmente godere tutti i suoi fantallenatori. Gattuso gli ha dato nuova vita e lui diciamo così l’ha ripagato nel modo migliore. La sua posizione di attaccante aggiunto in fase di non possesso, ha alzato costantemente le sue probabilità di fare male agli avversari e con il ritorno di Osimhen come riferimento, la sua tecnica ha trovato i giusti spazi. Se ad inizio stagione Insigne ha fatto fuochi e fiamme, oggi è lui ad essere il più scoppiettante tra le fila partenopee. Su di lui ci sono già tanti club pronti a spendere ma a nostro avviso difficilmente lascerà Napoli se non per seguire proprio ringhio. Glaciale sotto porta e tra i nostri indiziati speciali per portare a casa bonus tra le mura del Diego Armando Maradona.

zielinski, Zielinski guida le 5 sicurezze a centrocampo

Luis Alberto (LAZIO-PARMA). Nell’ultima gara disputata non ha di certo brillato per fantasia e giocate, ma questo non ci deve far pensare nemmeno per un secondo di toglierlo dal nostro centrocampo. Lui è il faro di questa squadra, lui è quel giocatore in grado di decidere le sorti della Lazio. Contro il Parma ce lo aspettiamo fin dai primi minuti protagonisti, con una posizione maggiormente offensiva rispetto alla partita contro la Fiorentina, dove per tattica è stato costretto a indietreggiare. Da qui passa il campionato e la squadra di Inzaghi ha bisogno delle magie del suo Mago per continuare a segnare. Vi ricordo che in questa stagione ha già collezionato 9 gol e la doppia cifra si sa fa gola un po’ a tutti, Luis compreso.

Lorenzo Pellegrini (INTER-ROMA). Nella scorsa settimana ve lo avevamo consigliato tra le nostre sicurezze e dopo quello che ha fatto come non inserirlo nuovamente in lista. Uno dei pochi a salvarsi in questa stagione strana della Roma, uno di quelli su cui contare sempre anche i momenti difficili. Questo giocatore sta attraversando un momento di forma pazzesco e Mancini non potrà di certo non tenerne conto per i prossimi europei. Quantità, qualità e fiuto per il gol che fanno di Lorenzo uno dei CC più pericolosi fantacalcisticamente parlando. Preparatevi i crediti per la prossima stagione, perchè per assicurarsi le sue prestazioni ne serviranno molti.

Hakan Calhanoglu (TORINO-MILAN). Il centrocampista made in Turchia si è confermato essere uno dei giocatori più in forma della squadra di Pioli, idee e tecnica al servizio del Diavolo. In pochi avrebbero scommesso su di lui e su il Milan alla vigilia della gara contro la Juventus, ma noi ve l’avevamo detto a distanza di pochi giorni le squadre e il gioco non possono subire grandi cambiamenti. 4 gol e 9 assist sono numeri da vero TOP di reparto e questo non è altro che l’ennesima conferma delle qualità del giocatore. Il Torino proverà a fare la partita con l’obiettivo di fare punti e allontanarsi definitivamente dalla zona retrocessione e il Milan accetterà questo, puntando su rapidi attacchi verticali. Senza Ibra il gioco cambia e attenzione alle bordate di Hakan, quelle potrebbero fare la differenza.

Federico Chiesa (SASSUOLO-JUVENTUS). Prima l’infortunio, poi le difficoltà di trovare il ritmo partita e le geometrie dimenticate della Juve e infine la debacle contro il Milan. Il periodo non è di certo dei migliori, ma come escludere dalle nostre scelte uno dei giocatori simbolo di questa stagione. La sua grinta a nostro avviso farà la differenza nella sfida contro il Sassuolo, la sua voglia di portare la Juventus in Champions non si placherà davanti a nulla. Federico va schierato con il pilota automatico, in ogni sfida perchè per quello che ci ha fatto vedere fino a questo momento, nessuno è in grado di fermarlo. Da quel lato la squadra di De Zerbi soffre molto anche perchè propone il pezzo più pregiato del suo reparto offensivo, un certo Berardi. Qui si giocherà la partita, senza badare a spese, a colpi di giocate e bonus.