Xavi Simons futuro del calcio

Xavi Simons: esordio a 17 anni con la maglia del PSG.

xavi simons, Xavi Simons futuro del calcio
MADRID, SPAIN – NOVEMBER 26: Xavi Simons of Paris Saint-Germain looks on during the match between Real Madrid and Paris Saint-Germain on November 26, 2019 in Madrid, Spain. (Photo by TF-Images/Getty Images)

Xavi Simons, origini e vita del gioiello olandese

Xavi Simons nasce ad Amsterdam nell’aprile del 2003. È il figlio di Regillio Simons, ex giocatore olandese che ha militato nella Eredivisie in squadre come Telstar, Willem II; viene ricordato soprattutto per la sua doppietta all’Ajax con la maglia del Fortuna Sittard, all’Amsterdam Arena. Il nome Xavi deriva proprio dall’ammirazione del padre per il regista catalano del Barcellona classe 1980.

Trasferimento al Barcellona

Xavi inizia a giocare nel CD Thader Rojales e a 7 anni viene notato e poi acquistato dal Barcellona mettendosi subito in mostra come uno dei talenti migliori a livello mondiale. È un giocatore molto offensivo con un’ampia visione di gioco, proprio come era Xavi. È un centrocampista poco fisico e poco attento alla fase difensiva. Rapido e abile nello stretto è in grado di effettuare lanci lunghi molto precisi e fornire assist al bacio per i compagni. Dotato di una buona progressione palla al piede pecca sicuramente per la sua struttura corporea che risulta ancora molto leggera. Giocatore di grande personalità, durante la partita lo dimostra, stando sempre al centro del gioco toccando moltissimi palloni, atteggiamento che fa di lui un leader perfetto per la squadra.

Xavi Simons al Psg

Nel 2019, Xavi lascia la corte del Barcellona per trasferirsi, a parametro zero, grazie al suo agente Mino Raiola, a quella del PSG. Questo trasferimento non fa altro che alimentare la rivalità tra il club catalano e quello parigino. Rivalità scoppiata con il trasferimento di Neymar avvenuta dopo il pagamento della clausola di 222 milioni euro da parte del PSG. Secondo quanto riportato dai giornali spagnoli, il Barcellona, pur di non privarsi del talento olandese, aveva proposto un contratto di 200.000 euro a stagione a Xavi. Il sultano Al-Khelaifi, proprietario del PSG, aveva invece offerto molto di più. Simons si è così poi trasferito all’ombra della Torre Eiffel, firmando un contratto con scadenza nel 2022 guadagnando, secondo alcune indiscrezioni, fino a mezzo milione a stagione. Nel febbraio del 2021 fa il suo esordio in prima squadra entrando come sostituto di Draxler nella vittoria per 1-0 del PSG contro il Caen in coppa di Francia.

Xavi Simons sui social

Fin da giovane Xavi ha avuto grande importanza mediatica, non solo per il suo talento ma anche per la folta chioma che ricorda David Luiz. Come ormai tutti i calciatori, ha una equipe che gestisce e cura i suoi profili. Trovarlo sui social è semplicissimo a cominciare da YouTube, dove si trovano una marea di video di giocate e gol. Eccovi un esempio.

Su Instagram, Xavi, vanta 3.1 milioni di followers. Il post che lo immortala con la maglia del PSG, conta più di 700 mila likes. Anche su Facebook è seguito da più di 325 mila seguaci. Stesso discorso per Twitter, che aggiunge altri 65 mila fan alla corte del giovane olandese. Inoltre è presente anche il sito ufficiale personale, trovabile all’indirizzo xavisimons.com. I numeri non sono passati inosservati a Nike che è diventata sponsor del ragazzo. 

Curiosità su Xavi

Il padre, come detto in precedenza, è un ex attaccante olandese che ha militato in Eredivisie. Ora è l’allenatore delle giovanili dell’Ajax. Oltre a insegnarli la tecnica, la classe e l’intraprendenza, il padre gli ha creato un logo: “XS”. È stato nominato da Goal nella lista dei top 50 wonderkids a livello mondiale ed è stato incluso nella Next Generation 2020 di The Guardian.