Torna Rebic tra le 5 scommesse in attacco

rebic, Torna Rebic tra le 5 scommesse in attacco
MILAN, ITALY – FEBRUARY 13:Ante Rebic of AC Milan looks on during the Coppa Italia Semi Final match between AC Milan and Juventus at Stadio Giuseppe Meazza on February 13, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Ante Rebic (BENEVENTO-MILAN). Dopo le prime 14 gare disputate possiamo dire che la stagione di Ante non è iniziata con il piede giusto. 1 solo gol all’attivo in 10 partite disputate, sono un bottino decisamente magro per l’attaccante made in Croazia. L’anno l’ha concluso bene ma questo inizio potrebbe riservare sorprese ancora più belle. La forma e la voglia ci sono e quindi schieriamo.

M’Bala Nzola (SPEZIA-VERONA). M’Bala è una delle vere sorprese del nostro campionato. Un giocatore in grado di far salire la squadra, di agire come regista alto e pungere al momento giusto ogni tipo di difesa. 10 gare disputate e 7 gol all’attivo non sono un caso. Contro la difesa del Verona non sarà semplice ma lui ci ha abituati bene e il momento ci impone la scelta di consigliarvelo.

Dusan Vlahovic (FIORENTINA-BOLOGNA). L’attaccante della Fiorentina dopo aver ritrovato il gol sembra aver ritrovato anche la fiducia nei propri mezzi. Un giocatore totalmente umorale, che si esalta con il profumo del gol e che si deprime alla mancanza. A oggi è caldo e quindi bisogna schierarlo approfittando del momento focoso.

Lorenzo Insigne (CAGLIARI-NAPOLI). Il fantasista del Napoli sta mettendo in scena una delle sue migliori stagioni in carriera. 10 gare disputate 5 gol fatti e 2 assist ne sono una testimonianza lampante. Contro il Cagliari da quella parte dovrà confrontarsi con una sorpresa di questo campionato il buon Zappa, ma le sue caratteristiche dovrebbero permettergli di fare la differenza. Calci piazzati modalità ON e tutto il resto è noia.

Andreas Cornelius (PARMA-TORINO). Una scelta difficile da prendere soprattutto se valutiamo le ultime prestazioni del Vichingo ex Atalanta. Ancora a secco di gol e con tante e forse troppe prestazioni altalenanti, contro la difesa non certo impeccabile del Torino potrebbe iniziare l’anno con il piede giusto. Questa è una scelta che va fatta su tre slot offensive, insomma un rischio bello e buono.