Top 10 free agent NBA della prossima offseason

All Star e giovani talenti decideranno il proprio futuro nella prossima sessione di mercato. Scopriamo, allora, chi sono i migliori 10 free agent.

free agent, Top 10 free agent NBA della prossima offseason
NEW ORLEANS, LOUISIANA – JANUARY 18: Kawhi Leonard #2 of the LA Clippers reacts against the New Orleans Pelicans during a game at the Smoothie King Center on January 18, 2020 in New Orleans, Louisiana. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this Photograph, user is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Jonathan Bachman/Getty Images)

La prossima estate potrebbe rivelarsi interessante per il mercato NBA. Sono infatti molti i giocatori in scadenza di contratto o che potranno decidere di diventare free agent. Il sito Hoopshype ha stilato la classifica dei migliori e non mancano alcuni All-Star che potrebbero spostare gli equilibri della lega. Non rientra in questa graduatoria il nostro Niccolò Melli, anche lui in scadenza. L’ala dei Pelicans, per restare nella NBA, dovrà dare prova del proprio valore ogni volta che verrà chiamato in causa da coach Van Gundy e noi facciamo il tifo per lui.

10) Lonzo Ball – New Orleans Pelicans

Il figlio di Lavar sta viaggiando con cifre di tutto rispetto in questa stagione, per lui 14.5 punti e 5 assist a partita, migliorando anche il tiro dalla lunga distanza. In una squadra dove la stella assoluta è Zion Williamson, Lonzo sta dimostrando di essere un buon playmaker. Al momento guadagna 11 milioni di dollari a stagione e quest’estate sarà restricted free agent. Vedremo se i Pelicans pareggeranno le offerte di altre franchigie.

9) Kyle Lowry – Toronto Raptors

Anima di questa squadra, viene difficile immaginarlo con una canotta che non sia quella dei Raptors, soprattutto dopo i traguardi storici delle ultime stagioni. Il suo, però, è un contratto oneroso: 30 milioni all’anno, che incidono pesantamente sul salary cap, specialmente se pensiamo che Lowry, il 25 marzo, toccherà le 35 primavere.
Rimane comunque un giocatore che, per costanza, doti di leadership e capacità di farsi valere nei momenti importanti su entrambi i lati del campo, ogni contender vorrebbe avere nel roster.

8) Chris Paul – Phoenix Suns

Con lui in cabina di regia i Suns stanno disputando una delle loro migliori stagioni (attualmente sono secondi a Ovest). Sarà CP3 stesso a decidere il suo futuro, avendo una player option per il prossimo anno. Vedendo i risultati e il contratto, che per la prossima stagione recita 44 milioni, difficilmente lascerà l’Arizona.

7) DeMar Derozan – San Antonio Spurs

Una guardia vecchio stampo, pericoloso dalla media distanza e vicino al canestro. Negli anni ha perso un po’ di esplosività, oltre a dimostrare di non poter essere il go-to-guy di una squadra che mira in alto. Tuttavia riesce ogni anno a mantenersi sopra i 20 punti di media. Questa estate, al netto delle offerte che riceverà, dovrà decidere cosa fare da grande: continuare a rincorrere lauti guadagni (27 milioni per lui quest’anno) o abbassare le richieste e provare a giocarsi il titolo in una contender?

6) Jarrett Allen – Cleveland Cavaliers

Ottimo finalizzatore nel pitturato (13 punti di media a partita col 67% dal campo) e uno dei migliori stoppatori della lega, difensivamente è un giocatore in grado di dare non pochi grattacapi grazie alle sue lunghe leve. Attualmente guadagna poco meno di 4 milioni e certamente riuscirà ad ottenere un contratto ben più pagato. Essendo restricted free agent, i Cavs potranno pareggiare qualunque offerta. La domanda, dunque, è: lo faranno?

5) Victor Oladipo – Houston Rockets

Inserito nella trade che ha portato James Harden ai Brooklyn Nets, Oladipo, nonostante gli oltre 20 punti di media, non è ancora tornato ai livelli raggiunti prima del grave infortunio che lo ha tenuto per molto tempo ai box. Guadagna 21 milioni di dollari, una cifra che vale ampiamente quando è in forma. Chi scommetterà su di lui nella prossima offseason?

4) Mike Conley – Utah Jazz

Fresco finalista della gara del tiro da tre punti dell’All Star Game, battuto soltanto da un irreale Steph Curry, Conley sta disputando una stagione molto solida e i suoi Jazz detengono il miglior record della lega. Sembra aver trovato la sua dimensione perfetta, ma sul suo contratto c’è scritto 34 milioni, cifra che quasi sicuramente non verrà confermata dalla squadra di Salt Lake City.

3) John Collins – Atlanta Hawks

Sul gradino più basso del podio troviamo l’ala grande di Atlanta, compagno di squadra del nostro Danilo Gallinari. In questa stagione sta mettendo in mostra tutto il suo talento offensivo, 18 punti di media costruiti con un efficace jump shot dalla media e lunga distanza. Anche lui in estate sarà restricted free agent (ha un contratto da 4 milioni) e non gli mancheranno offerte. Se Atlanta vorrà dire la sua nella corsa ai playoff non può lasciarsi scappare questo giovane talento.

2) Jrue Holiday – Milwaukee Bucks

Uno dei pilastri della squadra di Giannis Antetokounmpo. Il play avrà una player option di 25 milioni e la sua leadership, l’abilità difensiva e la capacità nel dirigere la transizione offensiva, sono tutte caratteristiche di cui i Bucks non vorranno privarsi. Insomma, ci sono tutte le basi perché questo matrimonio continui.

1) Kawhi Leonard – Los Angeles Clippers

Il due volte MVP delle Finals avrà tutti i riflettori puntati addosso questa estate. La sua esperienza ai Clippers non sta andando come avrebbe voluto e nei giorni scorsi è trapelato qualche malumore. Che decida di cambiare aria dopo appena due stagioni? Avendo una player option da 34 milioni, la decisione spetta a lui. Rimarrà ai Clippers o un altro team riuscirà ad aggiudicarsi le prestazioni di uno dei migliori two-way player della lega.