Shaquille O’Neal, powerbomb e tavolo frantumato

Shaquille O’Neal: dalla carriera di Deejay a quella di Wrestler. Ecco cos’è successo questa notte.

Shaquille O'Neal, Shaquille O’Neal, powerbomb e tavolo frantumato
LOS ANGELES, UNITED STATES: Shaquille O’Neal of the Los Angeles Lakers answers questions at a press conference after his team’s practice 06 June 2002, in Los Angeles, CA. The Lakers hold a 1-0 lead over the New Jersey Nets in the best-of-seven NBA Finals. AFP PHOTO/Robert SULLIVAN (Photo credit should read ROBERT SULLIVAN/AFP via Getty Images)

Sotto canestro con Shaq

19 anni passati sui parquet più prestigiosi dell’NBA a stoppare in faccia tutti i migliori cestiti in circolazione. 2 metri e 16 centimetri di uomo, una montagna da scalare per arrivare a canestro, uno dei centri più dominanti dell’intera storia della palla a spicchi. Oro ai Mondiali del 94, oro alle Olimpiadi del 96 e 4 titoli NBA totali messi in bacheca, 3 a Los Angeles e 1 con la canotta dei Miami Heat.

Un gigante buono, un giocatore che oltre ai suoi record, come i 61 punti messi a segno in una sola gara contro i Clippers, viene ricordato dagli appassionati per quel suo tallone d’Achille ai liberi. “Hack-a-Shaq“, così veniva battezzata la tattica utilizzata dagli avversari, che consisteva nel mandare Shaq in lunetta per l’alta probabilità di errore del giocatore con il 57 di piede. Una carriera da incorniciare sotto canestro, ma per l’ex studente della Robert G. Cole High School di San Antonio, Texas, la vita era appena iniziata.

Mix&Shaq

Non tutti sanno che O’Neal nei primi anni 90 diede inizio, alla sua carriera da poeta in musica, un rapper insomma pronto salire in cattedra anche tra i nobili beats. Collaborazioni con la C maiuscola con artisti di fama internazionale come Jay-Z, Snoop Dogg, Notorius B.I.G. e Ludacris. Basket e rap negli States vanno a braccetto e allora perchè privarsene.

Ma non è finita qui, perchè dopo i 5 album prodotti e dati in pasto ai fan, Shaq si ripropone all’opinione pubblica come Deejay al passo con il tempo, e il suo sound torna a essere apprezzato anche dalle nuove generazioni. Il suo soprannome viene rispolverato e The Diesel si trasforma cambiando maschera, in Dj Diesel e nel 2019 arriva a suonare su uno dei palchi più importanti della scena musicale elettronica, Tomorrowland.

Shaq ma cosa fai? Dall’apparizione a WrestleMania a esordio su un ring AEW a Dynamite è un attimo.

Eh si non stiamo scherzando e ve ne daremo molto presto tutte le prove del caso. Cestista, rapper, Deejay e ora anche Wrestler. Adoriamo la vita di Shaq, lui vero “Bomber” ma non di quelli bravi a parlare, ma uno di quelli straordinari nel trasformare passioni, in realtà. La sua stazza fisica è perfetta per entrare nelle calzemaglie dei muscolosi lottatori e la sua mimica facciale potrebbe essere la vera arma in più per fare la differenza. 4 aprile 2016, Shaq entra sul ring e partecipa alla Andre the Giant Memorial Battle Royal di WrestleMania32 e poi il resto è storia. Attenzione però perchè non è finita qui. Occhio a cosa ha fatto nella notte. QUI SOTTO IL BUTTON PER GUARDARE IL VIDEO, intanto godetevi il suo esordio.