Romelu Lukaku: 4 curiosità sull’ex attaccante dell’Inter

Conosciamo meglio il bomber belga appena passato agli inglesi del Chelsea.

lukaku, Romelu Lukaku: 4 curiosità sull’ex attaccante dell’Inter
ROME, ITALY – FEBRUARY 16: Romelu Menama Lukaku Bolingoli of FC Internazionale celebrates during the Serie A match between SS Lazio and FC Internazionale at Stadio Olimpico on February 16, 2020 in Rome, Italy. (Photo by Claudio Villa – Inter/Inter via Getty Images)

Proprio come quando una fidanzata, di cui sei follemente innamorato, ti lascia all’improvviso, i tifosi interisti non hanno ancora digerito il “tradimento” di Romelu Lukaku che ha scelto di tornare al Chelsea. Il bomber belga, dopo aver portato l’Inter alla vittoria dello scudetto, interrompendo un dominio che durava da 9 anni da parte della Juventus, è ora pronto a far sognare (al terzo tentativo) i tifosi del Chelsea.

Le origini ed una famiglia di calciatori

Pur essendo nato ad Anversa, in Belgio, le origini della famiglia di Romelu sono Congolesi. Infatti il padre Roger, che è stato un ex giocatore della Nazionale della Repubblica del Congo, da giovane si traferì in Belgio in cerca di un futuro migliore per sé e per la sua famiglia. Anche il fratello minore di Big Rom ha seguito le sue orme calcistiche, se pur con meno fortuna. Jordan, di un anno più giovane di lui, è un ex conoscenza del calcio italiano, ha infatti vestito la maglia della Lazio senza lasciare un ricordo importante nel cuore dei tifosi biancocelesti. Boli Bolingoli-Mbombo, cugino di Romelu e Jordan, attualmente gioca come terzino per i turchi dell’İstanbul Başakşehir.

Attaccante poliglotta

Nella sua carriera da calciatore, Lukaku ha cambiato spesso nazione in base alla squadra di appartenenza. Questo girovagare lo ha fatto appassionare moltissimo alla conoscenza delle lingue, rendendolo a tutti gli effetti poliglotta. Infatti, oltre al Lingala (che è la lingua originaria della Repubblica del Congo) Romelu parla molto bene l’olandese, l’inglese, il francese, il tedesco, il portoghese, lo spagnolo e dopo gli ultimi anni trascorsi all’Inter, anche l’italiano. Proprio in un’intervista ha dichiarato che saper parlare bene molte lingue, gli consente di intendersi meglio con il resto dei compagni e dello staff.

I Record con i Club e con la Nazionale

https://twitter.com/EURO2020/status/1403840901542297613

Attualmente, da giocatore belga, Romelu Lukaku detiene due record molto importanti. A 28 anni è già diventato il miglior marcatore nella storia della Nazionale del Belgio, grazie a 64 gol realizzati in 98 partite. Inoltre è il calciatore belga più pagato di sempre, visti gli 80 milioni di euro versati dal Manchester United nelle casse dell’Everton.

Cestista mancato

Romelu Lukaku è un atleta completo. Pur amando follemente il calcio, è allo stesso tempo un super appassionato di basket. Viste le particolari doti fisiche, se si fosse dedicato completamente a questo sport, avrebbe raggiunto vette altissime. Qualche anno fa ha anche proposto (senza ottenere risultati) di giocare un All-Star game simile all’NBA in Premier League.

Scritto da CFVB - Guarda la Redazione