Real Madrid-Atletico Madrid: il derby della capitale

Real Madrid- Atletico è da sempre una delle sfide più affascinanti, fin dall’alba dei tempi è stata una partita capace di emozionare grandi e piccini, il derby di Madrid è però più di tutto ciò.

real madrid atletico madrid, Real Madrid-Atletico Madrid: il derby della capitale
TOPSHOT – Real Madrid’s Spanish defender Sergio Ramos celebrates after scoring his team’s second goal during the Spanish league football match between CA Osasuna and Real Madrid CF at El Sadar stadium in Pamplona on February 9, 2020. (Photo by ANDER GILLENEA / AFP) (Photo by ANDER GILLENEA/AFP via Getty Images)

Real-Atletico (da pronunciare quasi come se fosse un’unica parola) non rappresenta il big match per eccellenza nella nazione Iberica, premio aggiudicato da “El Clasico”, il derby della Capitale rappresenta però la reale essenza di un calcio che man mano va svanendo. Come ogni punto cardine della storia del calcio, anche Real-Atletico non è esente dall’avere curiosità assurde che accompagnano e rendono ancora più affascinante la sfida.

Santiago Bernabeu non solo Blancos

Immagino che neanche il più fantasioso dei lettori avrebbe potuto immaginare che Santiago Bernabeu, punto fermo della storia del Real al quale è dedicato l’omonimo stadio, avesse militato tra le fila dell’Atletico nei primi anni ’20.

Fernando Torres e la rivalità in classe

Inutile dire che il numero di tifosi è chiaramente a favore dei “Blancos”, basti pensare che l’ex attaccante dell’Atletico Fernando Torres ha recentemente dichiarato di esser stato l’unico tifoso dei Colcioneros in una classe di più di 20 alunni. Proprio Torres ha in seguito avuto la possibilità di segnare ai tanto odiati “cugini”, quello che ci chiediamo è: avrà scritto un messaggio a gli ex compagni di scuola? Probabilmente non lo sapremo mai, ciò che però sappiamo è che Real-Atletico è una sfida sempre più Europea.

real madrid atletico madrid, Real Madrid-Atletico Madrid: il derby della capitale
Joao Felix

Tra Champions League e ricordi made in Italy

Nelle ultime edizioni della Champions League queste squadre si sono affrontate per ben 4 volte di cui due in finale, di questi quattro confronti neanche uno a favore dei Rojiblanco, lasciando una ferita ancora apertissima nei cuori Colcioneros. E’ giusto inserire un po’ d’Italia. A quanto pare Antonio Cassano oltre i Pirenei non è ricordato solo per la giacca di dubbio gusto indossata alla presentazione, ma anche per un gol nel derby che lo rende l’unico Italiano andato a segno insieme a Demetrio Albertini.

I precedenti in campionato sono, tanto per cambiare, a sfavore dell’Atletico.

In 166 derby disputati sono 88 le vittorie del Real e 39 sia i pareggi che le vittorie dell’Atletico. Sarà strano, a tratti surreale vivere una partita del genere senza spettatori, normalmente le tifoserie si sarebbero date battaglia a suon di striscioni e di cori, ma purtroppo siamo in una situazione che di normale ha ben poco. La situazione in classifica è crudele per i Blancos: 6 punti sotto la capolista che indovinate un po’ chi è? Proprio l’Atletico Madrid, che quest’anno complice la caduta del Barcellona, potrebbe giocare brutti scherzi al Real. Restare sintonizzati è quindi un dovere più che un diritto, una buona fetta della Liga è lì, ai piedi della luna di una città che attende un padrone. A cura di Giacomo Esposito