Politano e le 5 sicurezze a centrocampo

Il centrocampista del Napoli, Matteo Politano guida le 5 sicurezze a centrocampo.

, Politano e le 5 sicurezze a centrocampo
Napoli 29/11/2020 – campionato di calcio serie A / Napoli-Roma / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: esultanza gol Matteo Politano

Matteo Politano (SASSUOLO-NAPOLI). Ve l’avevamo promesso nella scorsa giornata e come al solito manteniamo e pubblichiamo. Da 3 settimane consecutive nelle scommesse, oggi fa il suo debutto tra le sicurezze di reparto il buon Matteo Politano. Con 4 gol in 7 gare è uno tra i giocatori più in forma dell’intera Serie A, uno per intenderci da bonus in caldanza. Il numero 21 ex Inter in questa giornata si troverà opposto a Djuricic e a Rogerio una coppia inedita almeno se valutiamo questa stagione. Il Sassuolo di De Zerbi all’andata aveva vinto a Napoli per 2 reti a zero dominando di fatto la gara per tutti i 90 minuti. Questa però a nostro avviso sarà tutta un’altra storia, una gara ricca di occasioni per andare a +3. Schierare gli uomini di qualità ci sembra essere un’ottima idea e uno di questi potrebbe essere proprio Matteo Politano.

Franck Kessie (MILAN-UDINESE). Il centrocampista del Milan ormai ci ha preso gusto e dopo una pausa dal dischetto imposta dal codino svedese, è tornato decisivo dagli 11 metri con la regolarità, quella per intenderci di chi beve uliveto e fa sempre tanta plin plin. Dal bagno torniamo al campo, e andiamo a riproporvi tra i consigliati il numero 79 rossonero, uno che di sti tempi il gol sente e lo chiama per nome e forse ci esce anche insieme la sera prima del coprifuoco. Contro l’Udinese sarà l’occasione per il Milan di confermare quanto fatto vedere domenica all’Olimpico, ma anche la possibilità da non sprecare di non perdere la scia dell’Inter. 8 gol in 23 gare è il dato da tenere fisso a mente quando schierare la formazione.

Roberto Soriano (CAGLIARI-BOLOGNA). Uno tra i più positivi degli uomini di Sinisa insieme a Sansone e Barrow, il numero 21 del Bologna in questo momento va schierato senza troppi giri di parole. Tatticamente onnipresente, tecnicamente nessuna pietà e fisicamente molto vicino alla forma di inizio stagione. Dalla sfida in terra sarda ci aspettiamo tante emozioni con squadre costruite più per attaccare che per difendere. Roberto nella prima stagione ci aveva abituato con una cadenza quasi cardiaca a un gol ogni due gare a ripetizione e diciamo solo che nella scorsa giornata non ha segnato. Chi vuole intendere in-tenda tutti gli altri in camper…

Jordan Veretout (FIORENTINA-ROMA). Ora e sempre Jordan Veretout. Nella scorsa giornata guidava i nostri consigli e in questa diciamo che poco è cambiato. Il gol contro il Milan è stata solamente l’ennesima conferma della crescita di un giocatore diventato un vero top di reparto. 10 gol in 23 gare e un 5su5 dal dischetto sono numero mostruosi se confrontati a quelli dello scorso anno. La Fiorentina ha concesso molto nell’ultima uscita soprattutto agli inserimenti centrali avversari e puntare ancora una volta sugli uomini del reparto nevralgico giallorosso potrebbe rivelarsi la mossa giusta da fare.

Nicolò Barella (PARMA-INTER). Questa sarà una gara decisiva per la stagione dell’Inter che all’andata si era fatta fermare tra le mura di casa. L’unico problema ancora non totalmente risolto dalle parti di Appiano, sono le vittorie con le piccole, unico ostacolo per l’armata costruita da Conte. Questo potrebbe essere il vero step da fare in ottica scudo e questo Barella lo sa. Nelle ultime gare un vero punto di riferimento per tutta la squadra, insieme a Lukaku il vero uomo di carattere, il vero allenatore in campo di questa squadra. 3 gol e 3 assist sono ancora troppo poco per un giocatore completo come lui, e i suoi numeri sono statisticamente destinati a crescere, sia per palloni giocati in zone bonus sia per possibilità gol a gara.