Patrick Cutrone intervista e curiosità

Patrick Cutrone, intervista e curiosità sul numero 63 della Fiorentina. Dal Milan al Wolverhampton, una carriera a suon di gol.

Patrick Cutrone, Patrick Cutrone intervista e curiosità
Mv Firenze 08/02/2020 – campionato di calcio serie A / Fiorentina-Atalanta / foto Massimiliano Vitez/Image Sport nella foto: Patrick Cutrone

Patrick Cutrone live con Chefaticalavitadabomber. La diretta di oggi nelle storie Instagram della community di CFVB è stata presentata e condotta da uno dei tre volti di chefaticalavitadabomber, Fabio Tocco. “Tochinho” ha ospitato uno degli attaccanti italiani più forti della Serie A, il “Pungiglione” Patrick Cutrone. Tanti i temi affrontati nell’intervista: dall’esperienza al Milan a quella al Wolverhampton, arrivando poi a quella attuale con la maglia viola della Fiorentina. Non solo calcio, ma anche tante curiosità che fanno parte della vita del calciatore al di fuori del rettangolo verde.

Intervista e curiosità su Patrick Cutrone

In questi giorni hai postato su Instagram una foto di un medico che sulla schiena con un pennarello aveva scritto 63 CUTRONE

“Voglio salutare tutti i medici e tutte le persone che stanno facendo tanto per noi! Sono dei veri Eroi! Mi ha fatto un certo effetto vedere quella foto. Un vero onore per me! Loro ribadisco, sono loro i veri eroi!”

Il 5 aprile Patrick Cutrone: Tampone negativo al Coronavirus. Ci racconti la tua esperienza con questo virus

“Prima la febbre, poi altri sintomi e infine il tampone. L’ho vissuta con un po’ di ansia perché diciamo che l’avversario era sconosciuto in questo caso. Ho avuto un po’ di paura, più per quelli che stavano a contatto con me. Poi ho iniziato subito ad allenarmi. La mia quarantena è passata tra una corsa al mattino e la palestra al pomeriggio. Ora sto bene!

Con Locatelli ti piacerebbe giocare ancora?

“Locatelli per me è un fratello! Mi piacerebbe tornare a giocare con lui. Ci sentiamo spesso, abbiamo un rapporto fantastico!”

Quanta voglia hai di tornare a giocare?

“Ho tantissima voglia di tornare in campo! Ho voglia di tornare a giocare, ma naturalmente prima la salute”.

Il giocatore che ti ha più impressionato al Milan?

“Gonzalo Higuain senza dubbio! Lui è un professionista vero, dall’allenamento alla partita, sempre super concentrato, un campione!”

Ribery che giocatore è?

“Ribery è un fenomeno! Poi ha un carattere fantastico, sempre pronto a scherzare. Lui è un campione!”

I gol che ti sono rimasti dentro?

“Segnare ai supplementari in un derby è pazzesco! Un’emozione fantastica! Ma anche il mio primo a gol a Firenze!”

Il tuo primo gol in Europa League?

“E’ stata un’emozione grandissima. Fare gol a San Siro non ha prezzo! Quel giorno si è avverato uno dei miei sogni più grandi!”

Cosa porti dentro della tua esperienza con la maglia del Milan?

“Il Milan è la mia squadra del cuore! Li sono cresciuto come uomo e come giocatore. La vita è questa, ognuno deve seguire il suo percorso. I tifosi poi li porto sempre dentro”.

Perché al Wolverhampton ti hanno dato il numero 10?

“In Inghilterra si ha l’usanza di giocare con i numeri compresi tra 1 e il 20, 25 al massimo. Quindi il 63 non potevo prenderlo. C’erano disponibili il 7 e 10 e quindi ho deciso di prendere il 10. “

Allenatori?

“Ogni allenatore ti lascia qualcosa. Ho legato con la maggior parte di loro, che mi hanno insegnato veramentetanto. Montella mi ha fatto esordire, Gattuso mi ha dato continuità. Iachini mi ha voluto molto qui a Firenze”.

Patrick Cutrone: I giocatori con cui hai legato maggiormente?

“Locatellie e Calabria sicuramente. Al Milan avevo un buon rapporto con Kessie, Calhanoglu e Castillejo. A Firenze con Chiesa ma diciamo in generale con tutti. Al Wolverhampton con Traorè. Lui è veramente grosso ed è uno dei giocatori più forti con cui ho giocato.”

Patrick Cutrone, Patrick Cutrone intervista e curiosità
Mg Firenze 22/02/2020 – campionato di calcio serie A / Fiorentina-Milan / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Patrick Cutrone

Il difensore che ha fatto sudare di più Patrick Cutrone?

“Chiellini, Bonucci e Skriniar come avversari in partita. In allenamento e quindi compagni, sicuramente Romagnoli, Pezzella e Cáceres”.

La Nazionale è un tuo obiettivo?

“Io lavoro tutti i giorni per meritarmi quella maglia. La Nazionale è per tutti i giocatori un grande traguardo. La mia speranza è quella di tornare presto a vestirla. “

Patrick Cutrone qual è il giocatore a cui ti ispiravi da piccolo?

“Inzaghi, Shevchenko, Higuain e Van Persie. Sono tutti grandi giocatori con caratteristiche diverse”.

Quali sono i giocatori che si vestono peggio?

“Chiesa si veste malissimo! Sempre in tuta, anche a cena fuori. Kessie è un altro di quei giocatori che potrebbe migliorare.”

Fantacalcio: Il centrocampista che alla prossima asta ti senti di consigliare?

“Al Fantacalcio oggi non gioco più, ma se dovessi consigliare un centrocampista ti consiglierei Pulgar e Castrovilli.”

Patrick Cutrone: Carriera e titoli

Patrick Cutrone nasce a Como, il 3 gennaio 1998. La sua carriera nel mondo del calcio parte dalla Parediense. Patrick a 8 anni sceglierà di accettare l’offerta del Milan e da quel momento il rosso e il nero diventeranno la sua seconda pelle. Il settore giovanile prima, poi la Primavera e nel 2016 la chiamata in Prima squadra.

Il 21 maggio 2017 con Montella in panchina fa il suo esordio nel calcio che conta. Nella stagione 2017-2018 entra a far parte della rosa e in Europa League inizia a scrivere le pagine più importanti della sua storia calcistica fino a quel momento. Il 23 novembre realizza la sua prima doppietta con la maglia del Milan e in breve tempo scala le classifiche di gradimento e viene schierato con sempre maggior frequenza nell’undici titolare. Miglior marcatore della stagione rossonera con 18 gol complessivi, di cui 10 in campionato e 8 in Europa League. Il titolo di miglior marcatore del Milan in Europa League è una medaglia ancora ben cucita sul suo petto.

La seconda stagione al Milan e poi il Wolverhampton

La stagione successiva non riparte con il piede giusto, anche perché il Milan decide di puntare sull’usato sicuro, Gonzalo Higuain e a gennaio sulla nuova fiamma Piatek. La stagione volge al termine e anche la sua esperienza al Milan. Acquistato dal Wolverhampton a luglio, Cutrone inizia un nuovo capitolo della sua carriera calcistica oltre manica. A gennaio Patrick cambierà maglietta, e finirà in prestito alla Fiorentina.