Milinkovic guida le 5 sicurezze a centrocampo

Il centrocampista della Lazio Milinkovic-Savic guida le 5 sicurezze di giornata. Qui sotto i 5 centrocampisti che abbiamo scelto per fare la differenza nella 21° giornata del campionato di Serie A.

QUI SOTTO TROVI LE 5 SICUREZZE DA SCHIERARE AL FANTACALCIO.

, Milinkovic guida le 5 sicurezze a centrocampo
Db Roma 11/01/2020 – campionato di calcio serie A / Lazio-Napoli / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Sergej Milinkovic-Savic

Sergej Milinkovic-Savic (LAZIO-CAGLIARI). Il centrocampista della Lazio torna dopo solamente una settimana a guidare le nostre sicurezze per il reparto di centrocampo. Il numero 21 agli ordini di Inzaghi è stato decisivo per i colori biancocelesti nelle ultime uscite e anche se a tratti sembra riposare un po’ troppo rimane l’uomo in più di questa compagine. Contro il Cagliari di Di Francesco non sarà una passeggiata e soprattutto i confronti in quella zona con Nainggolan e compagni potrebbero infuocare la gara, ma la completezza raggiunta da questo giocatore non ci permette di avere molti dubbi. 2 assist e un gol nelle ultime 4 gare disputate sono un biglietto da visita da prendere e mettere subito al sicuro nel nostro portafoglio. All’andata finì 0-2 con i gol di Immobile e Lazzari e chissà che questa volta a partecipare alla festa ci sia anche il giovane Segernte.

Federico Chiesa (JUVENTUS-ROMA). L’ex viola continua ad essere uno dei giocatori più in forma di questa Juve. La sua freschezza fisica, la sua intelligenza tattica e quella voglia di spaccare tutto gli stanno permettendo di scalare le classifiche di gradimento sia di Pirlo che dei tifosi. Guardando la partita puoi trovare Chiesa a destra a sinistra, in difesa e poi in attacco, un giocatore con una carica che le Duracell mute. 17 gare disputate, 6 gol a referto e 2 assist non fanno altro che rendere ancor più l’idea della unicità di questo giocatore. Contro un centrocampo di fantasia come quello della Roma non sarà semplice ma la forma di Fede non dovrebbe tradire. SCHIERARE!

Roberto Pereyra (UDINESE-VERONA). Questa tipologia di gara da un paio d’anni a questa parte non ha mai regalato particolari gioie ai fantallenatori. Pochi gol e quindi pochi assist e tanto catenaccio fine a stesso. Abbiamo deciso di inserire tra le sicurezze di giornata una giocatore che nelle ultime uscite con la maglia dell’Udinese ha sorpreso un po’ tutti per continuità e giocate. I 2 gol messi a segno e i 4 assist non rendono ancora bene l’idea delle potenzialità di questo giocatore. In ogni gara grazie ai suoi inserimenti ha sui piedi l’occasione giusta per gonfiare la rete ma diciamo manca ancora dell’istinto killer dei veri attaccanti. Un finto centrocampista che a nostro avviso potrebbe con la squalifica di De Paul acquistare ancora metri e aumentare le probabilità di bonus.

Franck Kessie (MILAN-CROTONE). L’ex Atalanta è un altro di quei centrocampisti in grado di far godere i suoi fantallenatori come pochi. Leggendo le sue statistiche primarie non si può fare altro che rimanere a bocca aperta: 19 gare disputate, 7 gol fatti e 2 assist. Diciamo che il dischetto è diventato il migliore amico del Presidente e senza pressioni di nome Ibrahimovic questi dati potrebbero crescere ancora. Il Milan con il suo gioco offensivo ha trovato fino a questo momento 14 rigori in 20 gare, un dato pazzesco ma prodotto grazie al numero di azioni sviluppate all’interno dell’area avversaria. Fermatevi a pensare se solo tutti quei rigori li avesse battuti lui… Torniamo alla realtà, torniamo a schierare una vera e propria sicurezza di questo reparto, il Signor Franck Kessie.

Jordan Veretout (JUVENTUS-ROMA). Fondamentale per il gioco di Fonseca e irrinunciabile nelle scelte dei suoi fantallenatori. Questa non sarà di certo una partita semplice per Jordan e compagni ma in questo caso ci affidiamo a ricorsi storici. Il centrocampista giallorosso all’andata aveva siglato una doppia indimenticabile, che aveva fatto arrabbiare chi non lo aveva schierato, ma che dall’altra aveva esaltato in modo straordinario chi si era affidato ai suoi piedi educati. Molto probabile l’assenza nel reparto nevralgico avversario di Bentancur, giocatore in grado di dare stabilità alla squadra e che potrebbe in caso d’assenza mettere in grande difficoltà gli ingranaggi ancora poco rodati della Vecchia Signora. Altro fattore da valutare riguarda l’assenza di Pellegrini e quindi di un giocatore abituato a calciare le punizioni. Oltre ai rigori quindi …