Milan-Torino: analisi del match

milan torino, Milan-Torino: analisi del match
Db Torino 26/09/2019 – campionato di calcio serie A / Torino-Milan / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Hakan Calhanoglu-Daniele Baselli

ANALISI: La prima sconfitta per i rossoneri dopo 304 giorni di risultati positivi potrebbe aver aperto nella squadra di Pioli un piccolo squarcio nella fiducia del gruppo. A nostro avviso il Milan rimane la squadra a giocare il calcio migliore di questo campionato, un gruppo con un’idea di gioco in grado di svilupparla per tutti i 90 minuti. Le assenze potrebbero pregiudicarne le prestazioni ma ancora per poco. Ibra dovrebbe tornare nella 18° giornata, discorso valido anche per il faro di centrocampo Bennacer. Calabria non solo per il gol o la leadership alla voce contrasti vinti, Kessie per forma e Leao per pericolosità tra i giocatori con le probabilità più alte per andare a bonus. Theo Hernandez non benissimo contro la Juve anche se non da 4,5, potrebbe tornare fin da subito decisivo per un Milan che dipende dalle sue cavalcate sulla fascia. Occhio alla probabile assenza di Calhanoglu per infortunio. Dall’altra parte il Torino dell’ex Gianpaolo che arriva a SanSiro dopo una vittoria e un pareggio importanti per classifica e morale. Izzo tra i migliori se guardiamo le statistiche delle ultime gare, stesso discorso anche per Singo. Belotti sempre da schierare in questo genere di gare, ricordandosi della doppietta messa a segno la scorsa stagione nel girone di andata. (QUI SOTTO I CONSIGLIATI)

MILAN

Da schierare: Kessie; Calabria; Hernadez; Leao.
Giocatori dai quali diffidare: Romagnoli non ha di certo brillato contro la Juventus
Sorprese: Diaz;

TORINO

Giocatori da schierare: Izzo; Singo; Belotti.
Giocatori dai quali diffidare: A centrocampo ancora qualche problema tattico da risolvere.
Sorprese: Linetty

Articolo precedenteGenoa-Bologna: analisi del match
Prossimo articoloAnalisi partita x partita 17° giornata
Mirko Rossetti
Tra le telecamere inizia a prendere forma la pellicola della mia vita lavorativa, dietro una penna dai tasti affilati. Prima cronaca, poi economia, sport, eventi, di tutto un po' la chiamano esperienza da queste parti. Dalla TV al WEB, dal rec allo schermo blu, il tuffo in un mare affollato dalle onde non sempre facili da leggere e da interpretare. Tante avventure e poi… eccomi qui CFVB e la vita continua.