Mbappé, record da Pallone d’Oro: al Camp Nou eclissa Messi e raggiunge Sheva

, Mbappé, record da Pallone d’Oro: al Camp Nou eclissa Messi e raggiunge Sheva

L’uomo del momento in Champions League è Kylian Mbappé. Classe 1998, attaccante del Paris Saint-Germain, il francese campione del mondo nel 2018 ha brillato nella notte del Camp Nou contro il Barcellona realizzando una tripletta, la prima di sempre nella tana dei blaugrana in un doppio confronto a eliminazione diretta. Un record insomma. Nessuno prima di “Donatello”, così Mbappé viene chiamato dai compagni di spogliatoio come il “genio” delle Tartarughe Ninja, c’era mai riuscito. Tre reti nel 4-1 (l’altra rete è dell’ex Juve Moise Kean) con cui il team di Mauricio Pochettino è riuscito a divorare Leo Messi e compagni. Al ritorno al Parco dei Principi si attende un nuovo spettacolo pirotecnico.

Il ragazzo dei record

Kylian ai record ci ha fatto l’abitudine. Oltre al primo tris post gironi della storia a Barcellona, ecco gli altri traguardi firmati dal giovane talento francese, nel grande calcio dal 2015.

, Mbappé, record da Pallone d’Oro: al Camp Nou eclissa Messi e raggiunge Sheva

Mbappé come Shevchenko

Solo un grande campione nella storia della Champions League era riuscito a graffiare tre volte il Barça tra le mura dello storico Camp Nou. Quel campione porta il nome di Andriy Shevchenko. Quando Sheva firmò la storica tripletta non vestiva ancora i colori rossoneri del Milan: il 5 novembre 1997 la sua Dynamo Kiev umiliò il Barcellona con un sonoro 4-0 in terra ispanica. Il match era valido per la prima fase a gironi, scontro diretto del Gruppo C. Completò il poker della formazione ucraina una rete di Serhij Rebrov.

Terza tripletta di sempre nella porta del Barcellona

A confermare quanto il Barça stia toccando in questi anni uno dei punti più bassi della sua recente storia, il fatto che solo in un’altra occasione – prima di Shevchenko nel 1997 e Mbappé ieri – i blaugrana hanno subito da un solo giocatore una tripletta in un match di Champions. Il nastro va riavvolto ancora alla stagione 1997/1998, ancora alla fase a gironi (per la cronaca, quel Barcellona si fermò lì in Europa, al primo scoglio, ma nella Liga conquistò il titolo e l’opportunità di rifarsi nella successiva edizione di Champions League). Al St. James Park di Newcastle, gli spagnoli persero di misura 3-2 subendo tre marcature dal colombiano Faustino Asprilla. Quindi, Asprilla, Shevchenko e Mbappé sono gli unici tre giocatori passati in Champions a poter vantarsi di aver trafitto tre volte in novanta minuti uno dei club più titolati al mondo.

…ma Mbappé è il più giovane!

Concentrandoci ancora sul capitolo “triplette al Barça” sotto il cielo stellato della Champions, Mbappé ha superato i due colleghi di Dynamo Kiev e Newcastle per età: il francese del PSG è il più giovane giocatore della storia del calcio a essere riuscito a firmare una tripletta nella porta dei catalani. Ci è riuscito ieri, nel match di andata degli ottavi di finale, con 22 anni e 58 giorni all’anagrafe.

Mbappé batte Puskas

I paragoni dopo il tris al Camp Nou non si fermano qui. L’ultimo – non certo per ordine di importanza – accosta Kylian Mbappé a un certo Ferenc Puskas. Con una doppietta, l’ex campione del Real Madrid aveva zittito il Barcellona nel proprio stadio nella semifinale della Coppa dei Campioni del 1959/60. Puskas è stato quindi, prima di ieri, l’unico giocatore della storia del calcio a trafiggere la porta dei blaugrana al Camp Nou con almeno due reti in una partita a eliminazione diretta di Coppa dei Campioni o UEFA Champions League. Mbappé ha fatto meglio salendo a quota tre esultanze.

Kylian è sul podio del PSG

Altro giro, altro record. Dopo la serata magica contro il Barcellona, Mbappé è il terzo marcatore all time della storia del Paris Saint-Germain. Questa è la quarta stagione per lui a Parigi, dettaglio che restituisce ancora di più grandezza al suo record: a 22 anni è già tra i migliori bomber di sempre per il club francese. Con la tripletta alla squadra di Koeman, Kylian ha superato Pauleta (in gol con il PSG 109 volte in carriera) e ha messo nel mirino due mostri sacri quali Edinson Cavani (200 reti) e Zlatan Ibrahimovic (156).

Terzo goleador francese nella fase a eliminazione della Champions

Terzo posto per lui anche nella classifica dei bomber francesi in Champions nella fase a eliminazione diretta. Al momento Mbappé ha già realizzato 10 centri in sfide affrontate dopo i Group Stages. Meglio del talento del PSG hanno fatto soltanto Karim Benzema (18 gol, ancora in attività con la maglia del Real Madrid) e Thierry Henry (fermatosi a 12). Mbappé ha invece superato Zinedine Zidane: l’attuale allenatore dei blancos non è andato oltre quota 8 marcature.

, Mbappé, record da Pallone d’Oro: al Camp Nou eclissa Messi e raggiunge Sheva

Gli altri record

Quante partite ha disputato Mbappé in Champions League? Con quella del Camp Nou contro il Barça sono 41 in totale. Le reti realizzate 24, una media di oltre un gol firmato a partita (1,17 per essere matematicamente precisi). Gli assist invece per ora sono 17. Insomma, Mbappé è uno degli uomini chiave del PSG, sempre più spesso determinante nei successi dei parigini. È anche il miglior uomo da trasferta dei blue in UEFA Champions League, quello cioè con la più alta percentuali di reti realizzate lontano dal Parco dei Principi: 17 su 24, il 71% delle marcature che portano il suo nome. Nessun club francese poi, prima del Paris Santi-Germain di Kylian Mbappé, era mai riuscito a battere il Barcellona al Camp Nou in Champions League. L’ultima compagine europea a riuscirci fu il Bayern Monaco nel 2013.