Malesani:”Non mi sono mai ubriacato”(video)

Nella giornata di ieri Alberto Malesani ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sky dicendo che la sua carriera sia finita anche per via dei social network. Lui afferma che che i social con lui non siano mai stati troppo  buoni e che l’abbiano etichettato come “ubriacone”.

“Qualche tempo fa circolava una mia foto con un bicchiere in mano dove sembravo un ubriacone, invece stavo male! Avevo preso diversi chili a causa di un problema alla tiroide, ogni giorno assumevo cortisone. alcuni ragazzi mi incontrarono per strada e mi chiesero di farci una foto, io risposi in maniera positiva ma…”

“Quei ragazzi pubblicarono la foto e da lì è iniziato tutto. Sono stati creati anche diversi profili fake a mio nome, ma io non ho mai avuto nessun account!”. E il vino? “Non è vero che sono un ubriacone! Passo mesi senza bere”. Immagine deteriorata a causa dei social, ma Malesani non ha ancora smesso, è ancora a caccia di un’avventura. Anche senza… WhatsApp: “Non ce l’ho, se qualche presidente mi vuole può spendere un po’ di più e mandarmi un sms”.  Nessuna voglia di smettere quindi: “Non ho mai detto che smetto di fare l’allenatore. Dopo 23 anni di squadre di club mi sarebbe piaciuto allenare una Nazionale, questo è vero, due anni fa avevo anche parlato con la Federazione greca ma non se n’è fatto nulla. Mi dispiace aver chiuso male con il Sassuolo (stagione 2013/14, 5 partite e 5 sconfitte in Serie A ndr) dopo appena quattro settimane di lavoro. Evidentemente doveva essere quello il mio capolinea. Anche se in carriera, tra trofei e riconoscimenti individuali, ho avuto anche io le mie belle soddisfazioni. Sono molto orgoglioso di questo”.

Noi in primis facciamo un mea culpa e chiediamo scusa, forse dovremmo fare tutti un po’ più di attenzione all’uso che facciamo dei social, il più grande problema resta il fatto che molti non capiscano dove finisca lo scherzo ed inizi la vita reale.

Detto questo facciamo un grande in bocca al lupo a mister Malesani, con la speranza di rivederlo al più presto su una panchina della nostra serie A, perchè abbiamo ancora tutti chiaro davanti agli occhi le immagini del suo splendido Parma vincitore della Coppa Uefa.

Torna presto mister perchè tu non sei un MOLLO…

fonte Sky sport


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Riviviamo Mourinho