Kucka guida le 5 scommesse a centrocampo

Il centrocampista del Parma guida le nostre 5 scommesse di giornata.

kucka, Kucka guida le 5 scommesse a centrocampo
Db Parma 20/09/2020 – campionato di calcio serie A / Parma-Napoli / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Kostas Manolas-Jurai Kucka

Juraj Kucka (PARMA-GENOA). Il centrocampista slovacco del Parma è il giocatore più caldo del momento. Dopo aver scontato la squalifica nell’ultimo turno, è tornato a disposizione di coach D’Aversa. La squadra emiliana sta vivendo un ottimo momento di forma, soprattutto dopo la vittoria contro la Roma, e la partita contro il Genoa potrebbe portare in cascina altri tre punti, come già successo all’andata. Juraj è il rigorista della squadra, con zero errori all’attivo. E, se aggiungiamo che nelle ultime 5 giornate ha ottenuto una fantamedia superiore all’8, la scelta di schierarlo titolare non può che essere automatica.

Radja Nainggolan (SPEZIA-CAGLIARI). Il giocatore del Cagliari sotto la guida di Semplici ha ritrovato la forma e due giornate fa’ si è anche sbloccato a livello realizzativo. La partita contro lo Spezia non sarà semplice, ma la compagine ligure schiera un centrocampo a 3, che potrebbe trovarsi in difficoltà di fronte alla formazione a 5 dei sardi. Senza contare che la squadra di Italiano affronta sempre gli avversari a viso aperto, caratteristica che potrebbe rivelarsi pericolosa dinanzi alle ripartenze del Cagliari. E quale centrocampista è famoso per essere uno dei giocatori più pericolosi in contropiede? Proprio lui, Radja Nainggolan. Non dite che non ve lo avevamo detto.

Mattia Zaccagni (VERONA-ATALANTA). Dei 5 giocatori, l’esterno del Verona è forse la vera e propria scommessa della 28a giornata di Serie A. Ci sono, però, dei validi motivi se l’abbiamo inserito in questa lista. Prima di tutto fu proprio Zaccagni l’autore della rete che chiuse la partita di andata. A ciò aggiungiamo che le squadre allenate da Juric hanno sempre rappresentato una spina nel fianco per Gasperini, che non è mai riuscito a trovare le contromosse giuste per avere la meglio. Inoltre, la probabile assenza di Robin Gosens su quella fascia potrebbe rivelarsi fatale, visto che Maelhe ha sì ottime doti da incursore ma a livello difensivo non rappresenta una certezza come il tedesco.

Antonio Candreva (SAMPDORIA-TORINO). Sebbene i voti non stiano dando il giusto valore alle sue recenti prestazioni, l’ex capitano della Lazio è sicuramente uno dei centrocampisti più in forma in questo momento. I suoi compiti non si limitano più ad un semplice ruolo di esterno di fascia, ma Ranieri gli ha dato licenza di svariare su tutto il fronte d’attacco, in appoggio al bomber Quagliarella. Dovete, inoltre, ricordare che è lui deputato a battere le punizioni e nel match di andata segnò la rete del momentaneo 1 a 1. Non vorrete mica farvi sfuggire qualche bonus lasciandolo in panchina?

Roberto Pereyra (UDINESE-LAZIO). Il Tucu ormai sta diventando un habitué di questa lista, tanto che in Redazione stiamo ragionando se promuoverlo tra le certezze. Gotti ha trovato il ruolo che meglio si adatta alle caratteristiche dell’argentino: dietro alla prima punta, libero di inventare calcio insieme a De Paul e, aggiungiamo noi, a regalare bonus ai suoi fantallenatori. Vero, la partita con la Lazio sulla carta sembra essere molto complessa, ma all’andata furono i friulani a portare a casa i tre punti, in un match mai stato in discussione. E, dopo l’eliminazione in Champions, allo Stadio Friuli potrebbe arrivare una Lazio stanca e demoralizzata, che si troverà davanti una squadra che in casa dà sempre il meglio di sé.