Insulti e offese dello speaker del Porto alla Juve

Fernando Saul: “Abbiamo battuto i ladri e il maiale Ronaldo”

Insulti e offese, Insulti e offese dello speaker del Porto alla Juve

I numeri di Ronaldo in Coppa

CR7 ha disputato 174 partite in Champions, tre in meno del primatista di presenze Iker Casillas. Ronaldo ha inoltre vinto 5 Champions League, è l’unico calciatore ad aver segnato in tre finali ed è al primo posto per gol segnati, 136, davanti a Leo Messi, che ne ha realizzati 118. Cristiano inoltre detiene il record di gol in una singola stagione di UEFA Champions League: 17 (2013/14) e il record di gol nella fase a eliminazione diretta di UEFA Champions League: 67. È l’unico giocatore ad aver segnato in tutte e 6 le partite della fase a gironi. È andato a segno per 11 gare consecutive in Champions ed è l’unico che è riuscito a segnare 10 gol contro la stessa squadra, la Juventus.

Il declino di Cristiano in Champions

Cristiano Ronaldo, nella partita contro il Porto, è stato uno tra i peggiori in campo nella vittoria della Juventus contro il Porto che ha però sancito l’eliminazione dei bianconeri dalla Champions. CR7 è passato da otto semifinali consecutive giocate con la maglia del Real Madrid al non riuscire mai a raggiungere le semifinali con la Juventus: nella prima stagione bianconera è stato eliminato ai quarti, nelle due successive agli ottavi di finali.

Fernando Saul insulta la Juve e CR7

Insulti e offese, (fonte Messaggero) parole pesanti sono state usate da Fernando Saul, speaker ufficiale del Porto allo stadio “do Dragao” che, dopo la qualificazione della squadra centrata contro la Juventus, ha postato due messaggi sui suoi canali social che hanno subito fatto il giro del mondo

«Ci siamo vendicati di Basilea (dove la Juve, nel 1984, vinse la Coppa delle Coppe per 2-1 proprio contro i portoghesi ) contro i ladri italiani, ci siamo vendicati del maiale Ronaldo per quello che ha fatto al Dragao. Questo è il porto, siamo una razza orgogliosa. Ora aspetto il video di Dolores (la madre di Cristiano) e degli altri “sdentati” della famiglia». 

Fernando Saul

Le storie sono state subito cancellate e nel pomeriggio di ieri, sono arrivate le scuse.

 «Voglio chiedere scusa a Ronaldo e alla sua famiglia se ho mancato di rispetto dopo il post arrivato in seguito a una notte storica. Riconosco umilmente di aver reagito eccessivamente e chiedo scusa, non posso dimenticare come il miglior giocatore non abbia sempre avuto rispetto per il mio club, né l’ha avuta la famiglia nel recente incontro al Dragao. Ma ho sbagliato». 

Fernando Saul