Il Papu Gomez lancia il Siviglia

Grazie alla rete del Papu, il Siviglia vola a -6 punti dalla vetta della classifica.

, Il Papu Gomez lancia il Siviglia

Anche senza il suo ex capitano l’Atalanta sta disputando una stagione grandiosa (quarta a -2 dal Milan secondo in classifica), ma il passaggio del Papu al Siviglia è stato comunque una grossa perdita per la nostra Serie A. Un giocatore voluto bene da tutti, che negli ultimi anni aveva alzato ulteriormente il livello del suo gioco, non solo con goal e assist importanti, ma anche con una forte leadership che ha aiutato la Dea a raggiungere i traguardi storici di questi anni.
Dal suo arrivo a gennaio, con la maglia del Siviglia ha giocato 10 partite, partendo in cinque occasioni nell’undici iniziale ma, dopo il match di ieri sera, chissà se Lopetegui non deciderà di inserirlo con più continuità tra i titolari, in una squadra che vede in attacco i due ex milanisti Suso e Ocampos.

La rete del Papu fa sognare il Siviglia

Ieri sera è andato in scena il posticipo tra Celta Vigo e Siviglia, un match altamente spettacolare e ricco di goal, iniziato nel migliore dei modi per la squadra andalusa grazie alla rete di Koundè al settimo minuto. Vantaggio, però, durato poco, perché nel giro di 3 minuti una doppietta di Iago Aspas ha ribaltato il match. Tuttavia, le emozioni del primo tempo non sono terminate qui, perché il Siviglia prima è riuscito a trovare il pareggio con Fernando, su assist di Suso, per poi subire il goal di Méndez, che ha portato le squadre negli spogliatori sul 3 a 2. Nella ripresa, la rete del pareggio viene siglata dall’ex Barça Ivan Rakitic, ma il momento cruciale della partita arriva solo al 67esimo minuto, quando Suso lascia il posto al Papu Gomez.
L’ex numero 10 dell’Atalanta impiega meno di dieci minuti per rendersi decisivo. Dopo un passaggio mal calibrato di un compagno di squadra, il Papu pressa il difensore Aidoo, recupera il pallone, si invola verso la porta e, con un tiro di sinistro dal limite dell’area, batte il portiere del Celta.
Una rete fondamentale, che non solo consolida il quarto posto, ormai certo, ma che porta il Siviglia a sole sei lunghezze dal primo posto, occupato dall’Atletico Madrid. A 8 giornate dal termine si profila una corsa a quattro per la vittoria della Liga, un’impresa pressoché impossibile per gli uomini di Lopetegui, ma nulla ci vieta di sognare il Papu alzare il trofeo di campione di Spagna.