Il Monza vince e si porta a -5 dalla vetta

, Il Monza vince e si porta a -5 dalla vetta

L’U-Power Stadium ospita la sfida tra Monza e Reggina valevole per nona giornata del campionato di Serie B.

Entrambe le squadre hanno dato spettacolo nel mercato estivo riportando in Italia ma questa volta nella serie cadetta due stelle del calcio rossonero, Kevin Prince Boateng e Jeremy Menez.

Formazioni in campo
Monza (4-3-1-2): Lamanna; Donati, Bellusci, Paletta, Carlos Augusto; Frattesi, Barberis, D’Errico; Boateng; Gytkaer, Mota Carvalho. A disposizione: Di Gregorio, Fossati, Bettella, Scaglia, Barillà, Armellino, Maric, Colpani, Sampirisi, Lepore, Marin, Machin. Allenatore: Brocchi.
Reggina (3-5-2): Plizzari; Delprato, Cionek, Rossi; Situm, Bianchi, De Rose, Folorunsho, Di Chiara; Bellomo, Lafferty. A disposizione: Farroni, Guarna, Gasparetto, Liotti, Loiacono, Peli, Stavropoulos, Marcucci, Mastour, Rivas, Denis. Allenatore: Toscano.
Arbitro: Ivan Robilotta di Sala Consilian (Daisuke Emanuele Yoshikawa di Roma 1 e Francesco Di Monte di Chieti). Quarto ufficiale: Lorenzo Illuzzi di Molfetta.

Le due compagini arrivano da due momenti decisamente diversi, se da una parte il Monza di Berlusconi nelle ultime gare sembra aver trovato gioco e forma, dall’altra la Reggina sta faticando e non poco in questo inizio di stagione e i continui infortuni non le danno di certo una mano. La prima frazione di gioco non è delle più emozionanti e se il pallino del gioco sembra averlo mantenuto maggiormente la squadra ospite, è invece del Monza l’azione più pericolosa, con il colpo di testa di Gytkaer.

Nel secondo tempo i valori sembrano essere cambiati, ed è il Monza di Paletta e compagni a dettare i tempi della gara. Al minuto 47 l’episodio che condizionerà il resto della gara: Folorunsho centrocampista della Reggina dopo il giallo rimediato nei minuti di recupero dei primi 45 commette un altro fallo che il direttore di gara punisce con la seconda ammonizione e il cartellino rosso. Passano sette minuti e il Monza passa in vantaggio con Mota che di testa non lascia scampo all’estremo difensore. I padroni di casa sentono l’opportunità di chiudere i giochi e al minuto 56 è Mota ancora a cadere in area dopo l’intervento scomposto in uscita di Plizzari, per l’arbitro non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Dagli undici metri Kevin Prince Boateng però non sfrutta la ghiotta occasione e si fa neutralizzare il tiro. La gara confusa nella fase finale non racconta altri episodi degni di menzione, e al 90+4 il direttore Ivan Robilotta di Sala Consilian decreta la fine delle ostilità.

Monza 1 Reggina 0. La squadra allenata da mister Brocchi ottiene così 3 punti fondamentali per tornare nelle zone nobili della classifica, considerando anche che alla compagine brianzola manca una gara da disputare. 5 i punti che separano i biancorossi dalla vetta e campionato riaperto.