Gigi Donnarumma: dal Topolino alle Iene

Una carriera appena iniziata, ma già piena di record. La copertina di Topolino, lo scherzo delle Iene, andiamo a scoprire tutte le curiosità sull’asso del Milan e della Nazionale italiana.

donnarumma, Gigi Donnarumma: dal Topolino alle Iene
PARMA, ITALY – MARCH 25: Gianluigi Donnarumma of Italy looks on during the FIFA World Cup 2022 Qatar qualifying match between Italy and Northern Ireland on March 25, 2021 in Parma, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Manca ormai poco al calcio d’inizio degli Europei, che ricordiamo avverrà venerdì 11 giugno alle ore 21. Ad inaugurare il torneo ci penserà la nostra Nazionale, che si vedrà opposta alla temibile Turchia di Hakan Calhanoglu e Burak Yilmaz.
A difendere la porta degli Azzurri toccherà al gigante rossonero, Gianluigi Donnarumma. Nonostante la giovane età, il portiere del Milan vanta già oltre 200 presenze in Serie A e ora è alla sua prima esperienza da titolare in una grande manifestazione internazionale. Un Euro 2020 (o Euro 2021, qual dir si voglia) in cui l’Italia dovrà fare affidamento sulle parate di Gigio, se vorrà mantenere le aspettative. Andiamo quindi a conoscere meglio il nostro portierone.

Una carriera nel Milan, una vita in rossonero

Pare un po’ prematuro parlare di carriera per un giovanissimo come Donnarumma, nato il 25 febbraio 1999 a Castellammare di Stabia, ma il portiere rossonero gioca da talmente tanti anni in Serie A da essere considerato quasi un veterano. Gigio, infatti, fece il suo esordio in campionato il 25 ottobre del 2015, quando l’allora allenatore del Milan, Sinisa Mihajlovic, decise di schierarlo come titolare al posto di Diego Lopez.
La storia con i rossoneri iniziò, però, qualche anno prima, quando venne acquistato dal Club Napoli appena quattordicenne, per una cifra pari a 250mila euro. Il trasferimento in Lombardia fu un cambiamento importante nella vita di Gigio che, come da lui stesso raccontato, portò anche alcune difficoltà i primi tempi:

Sono andato via dalla mia città, Castellammare di Stabia, a 14 anni. Non è stato facile lasciare la famiglia e gli amici, infatti all’inizio è stata dura, ma dovevo abituarmi in fretta per continuare a seguire il mio sogno

Non si poteva rifiutare la sua squadra del cuore. Donnarumma, infatti, da sempre è tifoso rossonero, tant’è che a scuola spesso si presentava con la tuta del Milan e sul diario aveva appiccicato lo scudetto del club. Una passione che l’ha portato a diventare uno degli uomini simbolo dell’ex club di via Turati, con cui ha collezionato più di 200 presenze in Serie A e oltre 30 tra Coppa Italia ed Europa League, nonché uno dei più forti e desiderati portieri al mondo.

I record di Gigio

Quando un portiere così giovane si affaccia al mondo del calcio con questi risultati, non può che battere numerosi record di precocità. A dispetto, però, di quanto si possa immaginare, Donnarumma non è il più giovane portiere ad aver esordito con la maglia del Milan, primato che spetta a Giuseppe Sacchi. Gigio si deve quindi accontentare di un doppio record con la maglia azzurra: è il più giovane esordiente della storia dell’Under-21 (17 anni e 28 giorni) e il più giovane portiere ad aver esordito con la nazionale maggiore (17 anni e 189 giorni).
Con la maglia del club, invece, vanta il record di primo minorenne della storia della Serie A, dal secondo dopoguerra in avanti, ad aver parato un calcio di rigore. Inoltre, è il più giovane calciatore di sempre ad aver raggiunto quota 100 e 200 presenze in Serie A, prima di leggende del calibro di Gianni Rivera, Silvio Piola e Paolo Maldini.

Altezza da gigante

Grazie al suo metro e 96 e alla imponente mole, rappresenta uno dei peggiori incubi dei rigoristi che, quando se lo trovano dinanzi, vedono inspiegabilmente rimpicciolirsi lo specchio della porta. Gigio però è sempre stato alto: si dice che a 10 anni fosse già alto 1 metro e 90, altezza che gli ha permesso di farsi notare dal Milan e grazie alla quale ha potuto bruciare le tappe. Dal suo arrivo, infatti, ha sempre giocato con i più grandi.

Una famiglia di portieri: il fratello Antonio Donnarumma

Gigio è il minore dei quattro figli (oltre a Gianluigi, Antonio, Alfredo e la sorella Nunzia) di Alfonso Donnarumma e sua moglie Marinella. Da piccolo, il giovane estremo difensore rossonero decise di seguire le orme del fratello Antonio e diventare portiere. Anche il fratello, all’età di 15 anni, percorse lo stesso tragitto Castellammare-Milanello per entrare a far parte delle giovanili del club rossonero. Prima del suo discusso ritorno al Milan, come parte della trattativa per il rinnovo di Gianluigi Donnarumma, Antonio ha vissuto le sue stagioni più importanti in Serie B, con le maglie di Gubbio e Bari, oltre ad un’esperienza in Grecia con l’Asteras Tripolis.

La fidanzata Alessia Elefante

Oggigiorno siamo abituati a vedere le cosiddette WAGS (Wives and Girlfriends) intervenire, tramite i vari social network, nella carriera dei loro compagni. Una caratteristica che non sembra avere Alessia Elefante, fidanzata di Gianluigi Donnaruma e come lui originaria di Castellammare di Stabia. Anzi, sin dalle prime uscite, datate 2016, ha sempre voluto mantenere una certa privacy nella relazione con il numero 99 del Milan.

Quanto guadagna? Lo stipendio di Donnarumma

Complice anche un procuratore (Mino Raiola) a cui piace far discutere, nel corso degli anni i rinnovi del giocatore rossonero hanno suscitato molte polemiche, talvolta destabilizzando l’ambiente. Attualmente lo stipendio di Donnarumma ammonta a 6 milioni di euro netti all’anno ma, sentiti i recenti commenti di Raiola, difficilmente resterà tale. Infatti, la richiesta del portiere e del suo agente supererebbe i 10 milioni di euro, cifra che al momento la società non sembra disposta a pagare.

Gigio su Topolino: la nascita di Paperumma

Nell’aprile del 2017 Gigio Donnarumma è entrato a far parte del mondo di Topolino e Paperino con il nome di Paperumma. L’estremo difensore è stato il protagonista della copertina (numero 3202) della popolare rivista a fumetti, nella quale lo si vede intento ad autografare un pallone a Qui, Quo e Qua. Un soprannome che, però, è rimasto anche nel mondo reale, usato dai più maligni per sottolineare gli errori commessi dal giovane portiere.

Lo scherzo delle Iene

Nel dicembre del 2018, Donnarumma è stato vittima di uno scherzo delle Iene, storico programma di Mediaset. Mentre si trovava in un negozio per fare shopping, entra in scena un folle armato di pistola, che chiede di poter parlare con la sua fidanzata, commessa del negozio. Dopo finti spari e vetri rotti, l’uomo scopre della presenza di Donnarumma e ordina che sia proprio lui a chiamare la fidanzata per convincerla a tornare insieme. La ragazza, però, metterà nei guai Gigio che si troverà di fronte ad una sfida insolita per aver salva la vita: una partita a Fifa. Vi rimandiamo al sito ufficiale per il video integrale.

Le migliori parate

Rigori parati, miracoli dell’ultimo minuto, gesti atletici fuori dall’ordinario, Gigio Donnarumma in tutti questi anni ha abituato molto bene squadra e tifosi, portando alla causa del Milan molti punti. Pertanto è pressoché impossibile stilare una classifica delle sue migliori parate, però possiamo menzionarne alcune degne di nota. Come quella sulla punizione di Totti da dentro l’area di rigore nell’ultima giornata di campionato della sua prima stagione in Serie A, quando con la mano di richiamo riuscì a parare la bordata del capitano giallorosso. O ancora, come dimenticare il salvataggio da due passi sul tiro a botta sicura di Milik nei minuti di recupero di Milan-Napoli della stagione 2017/2018.
Troppe le parate memorabili, quindi vi lasciamo con un video che raccoglie alcune delle migliori della sua giovane carriera.