Curiosità calcio: queste non le sapevi!

Cinque curiosità sullo sport più amato al mondo che nessuno ti hai mai svelato.

pirlo, Curiosità calcio: queste non le sapevi!

GIOCARE A CALCIO SOPRA UNA SELLA? SI PUÒ

Non è la stessa cosa, certo, ma per gli amanti delle due ruote è un mix quasi perfetto. Calcio e motori. Si chiama Motoball e si gioca in quattro contro quattro. Quattro giocatori di movimento su una moto e un portiere, l’unico a non essere seduto su una sella ma completamente libero. Una partita dura ottanta minuti ed è divisa in quattro tempi da venti. Il Motoball è nato negli anni ’30 e ovviamente non gode della stessa popolarità del Football inglese ma esiste e viene praticato. Si contano appassionati in diverse località d’Europa, soprattutto in Francia.

IL CALCIATORE PIÙ ALTO DI SEMPRE È UN ATTACCANTE

Batte per un solo centimetro Kristof Van Hout, portiere belga classe 1987 del Westerlo, ex Genk. Il cinese Yang Changpeng con i suoi 209 centimetri è il calciatore in assoluto più alto del mondo. Un caso eccezionale. Changpeng è nato nel 1989, milita nell’Henan Jianye, squadra della Chinese Super League, la massima serie calcistica della Cina e gioca nel ruolo di attaccante.

IN BRASILE IL RECORD DI SPETTATORI SUGLI SPALTI

Quanti spettatori può contenere il più grande stadio di sempre? San Siro, uno degli impianti più spettacolari al mondo, non va oltre gli 80mila mentre il Camp Nou di Barcellona rasenta i 100mila posti a sedere (99.354 per la precisione). Per il record dei record bisogna però attraversare l’Oceano, destinazione Rio de Janeiro: il 16 luglio del 1950 al Maracanã si disputò Brasile-Uruguay, sfida del girone finale della quarta edizione dei Mondiali di calcio. Sugli spalti addirittura 199.854 tifosi. Proprio così, quasi 200mila spettatori in totale. Contro ogni pronostico, il match terminò con la sconfitta dei padroni di casa per 1-2, un ko che passò alla storia come Maracanazo, il Disastro del Maracana. Quell’anno la Celeste conquistò il suo secondo titolo di campione del mondo.

IN ITALIA È STATA SOSPESA UNA PARTITA PER UFO

Più che un’invasione di campo, un’invasione aerea. Il 27 ottobre 1954 a Firenze ebbe luogo un avvistamento di oggetti non identificati che fece cronaca. Un’evento paranormale che ancora oggi desta parecchio interesse nel mondo dell’ufologia. Nel capoluogo toscano in molti furono testimoni della misteriosa apparizione, concentrata soprattutto in due momenti della giornata e in due distinti luoghi della città: la piazza della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Duomo di Firenze, e lo Stadio Comunale, mentre in campo si stava disputando la sfida amichevole tra i padroni di casa della Fiorentina e la Pistoiese. Nel secondo tempo del derby il pubblico stupito – 10mila i presenti – rivolse lo sguardo al cielo e il direttore di gara fu costretto a interrompere il match. Partita sospesa per UFO, scrisse a referto. Primo e unico caso nella storia del calcio.

UN CALCIATORE OGNI 15 ABITANTI

Oltre un milione di italiani gioca a calcio ed è regolarmente tesserato alla FIGC. L’Italia conta in tutta la Penisola poco più di 60 milioni di abitanti, quindi un italiano su sei indossa gli scarpini ai piedi. Una media per nulla impressionante se confrontata con i dati dell’Islanda dove il numero di tesserati non è alto ma significativo: 21.500 persone gioca a calcio con regolare tessera della Federazione, un abitante ogni 15. In Islanda infatti vivono appena 360mila abitanti, un piccola isola felice e…calciofila.

Aggiornato il 16 Ottobre 2020