Che Fatica La Vita Da Bomber “In diretta con…” Mattia De Sciglio

“Sono contento di rivedere il Milan in Champions League. Alla Juventus il gruppo dei senatori ha fatto la differenza”. 

Emanuele Stivala (Ema CFVB) e Fabio Tocco (Fabio CFVB), i due volti di Che Fatica La Vita Da Bomber in occasione della terza puntata di “In diretta con…” hanno ospitato tra le stanze virtuali di Twitch, l’ex giocatore di Milan e Juventus, Mattia De Sciglio. Dall’esperienza con la maglia rossonera al ritorno dal prestito dopo una stagione passata a Lione. 


SEGUI IL CANALE TWITCH DI CHE FATICA LA VITA DA BOMBER

Il ritorno del Milan in Champions League 

“Dopo 7 anni, tornare in Champions League anche per una società molto prestigiosa come il Milan, è molto importante. Diciamo che con questa qualificazione è tornato tutto alla normalità. Vedere il Milan in Champions è molto bello e positivo.
A Milano sono stato molto bene. Con la maglia rossonera ho fatto tutta la trafila, dalle giovanili fino alla prima squadra.
Ho realizzato un sogno che avevo fin da bambino. L’unica sfortuna è forse stata quella di arrivare a giocare a SanSiro nel momento peggiore del Milan, o comunque quello del cambiamento. Il ritorno di Ibrahimovic è stato importante. Allenarsi con campioni del calibro di Ibrahimovic è molto stimolante. Poi se non dai sempre il 100% te lo fanno capire e anche molto bene. Non vuole perdere nemmeno la partitella.”

de sciglio, Che Fatica La Vita Da Bomber “In diretta con…” Mattia De Sciglio
Db Torino 06/04/2019 – campionato di calcio serie A / Juventus-Milan / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Mattia De Sciglio

Juventus: il gruppo ha fatto la differenza 

“Alla Juventus ho avuto la fortuna di incontrare un gruppo forte, fatto dai senatori, in grado di trasmettere i valori di questa squadra. Questo è fondamentale per raggiungere gli obiettivi. Mi è sembrato di rivivere quello che da ragazzo vedevo a Milanello con il Milan di Seedorf, Gattuso e Maldini. Uno stile di vita, un rispetto della maglia, che va sopra ogni cosa.” 

L’esperienza a Lione mi ha fatto crescere molto

“Il campionato francese, come la maggior parte delle competizioni nazionali, rispetto a quello italiano è decisamente meno tattico. La Ligue 1 è più dinamica e più intensa dal un punto di vista fisico, e la maggior parte dei calciatori qui, hanno e propongono quelle caratteristiche e quella idea di calcio. Il ritmo di gara è molto elevato con continui ribaltamenti di fronte. Qui anche le squadre con valori meno importanti se la giocano a viso aperto in tutte le partite. Non puoi permetterti di scendere in campo sottovalutando gli avversari, perchè questa idea e questo approccio al match potrebbe sorprenderti in qualsiasi momento. Nella Ligue 1 il PSG ha avuto un ruolo molto importante. Ha permesso all’intera lega di alzare il livello qualitativo delle rose, con il risultato di vedere il Lille vincere il campionato francese.”

Paquetà mi ha sorpreso

Quest’anno al Lione ha fatto un’ottima stagione. Quando era arrivato al Milan io ero già andato via, ma posso dirvi che avendolo visto quest’anno è un giocatore con grandi qualità tecniche. Si è messo fin dal primo giorno in discussione e anche a livello difensivo ha dato un buon apporto. Secondo me al Milan ha avuto delle difficoltà, che in questa stagione non ha incontrato”.

Futuro: la Premier League sarebbe un sogno

“Andare a giocare all’estero è sempre stata una di quelle cose che avrei voluto fare, poi si è presentata l’occasione a ottobre del Lione e ne ho approfittato. Mi piacerebbe continuare a fare esperienza fuori dall’Italia, sia da un punto di vista calcistico sia di vita in generale. Questa esperienza mi fatto crescere molto e quindi perchè no. Il campionato che mi affascina maggiormente è quello inglese, giocare in Premier sarebbe un sogno che si avvera.” 

Dal cibo al bidet, la vita francese di Mattia De Sciglio

Lione è la città con il maggior numero di ristoranti al mondo, detto questo dopo due settimane dal mio arrivo causa Covid hanno chiuso purtroppo tutto, quindi è un po’ difficile dare un voto. Diciamo che il periodo mi ha costretto comunque a portarmi in macchina una bella scorta di cibo dall’Italia. Quando invece andavo alla partita nel pre gara una pasta con i compagni e vi dirò non era nemmeno così male. Posso dirvi che non c’entra molto, ho scelto una cosa con il bidet. 

GUARDA IL VIDEO COMPLETO:
CHE FATICA LA VITA DA BOMBER
“IN DIRETTA CON…” MATTIA DE SCIGLIO