Bologna-Milan: Analisi del match

bologna milan, Bologna-Milan: Analisi del match
As Roma 07/02/2020 – campionato di calcio serie A / Roma-Bologna / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: esultanza gol Musa Barrow

Bologna-Milan: ANALISI DEL MATCH

BOLOGNA
Il Bologna ha vinto solo una delle ultime 22 gare di Serie A TIM contro il Milan è in 10 gare non ha trovato nemmeno un gol. Se vi piacciono i numeri questa sarà la gara numero 200 di Roberto Soriano e tra le mura amiche ha segnato già ben 5 volte in questo campionato, insieme a Jordan Veretout detiene al momento la leadership di questa speciale classifica. Nell’ultima gara contro la Juventus a salvarsi sono stati in pochi e tra di loro sicuramente Tomyiasu visto in ottima forma e Orsolini sempre pericoloso in zona bonus. Barrow in recupero ma ancora lontano dalla forma ottimale.

MILAN
Il Milan ha segnato il 23% dei propri gol in questo campionato su rigore (9/39), dall’altra parte solo il 4% (1/24) delle reti del Bologna è arrivata dal dischetto, la percentuale più bassa. Per l’appuntamento con la storia abbiamo deciso di puntare su Alexis Saelemaekers, infatti oltre ad essere il giocatore ad aver il record della Serie A per partite senza sconfitte disputate (27), contro il Bologna nella scorsa stagione aveva trovato la sua prima rete con la maglia rossonera. Ultimo dato, il Milan è a quota 19 partite consecutive in trasferta con gol segnati, e andando a segno anche a Bologna riscriverebbe un altro record. La squadra di Pioli non arriva di certo dal suo miglior periodo e contro il Bologna è chiamato ad una prova di carattere per mantenere il primo posto in classifica. Fuori Kjaer e Diaz, con Calhanoglu alle prese con il tampone e Bennacer al ritorno in panchina. Tante incognite a partire anche dal probabile impiego di Maldini come trequartista.


ULTIMI RISULTATI: (2-0)
MARCATORI:
 (Ibrahimovic (2));

BOLOGNA

DA SCHIERARE: Orsolini; Tomyiasu; Soriano;
DIFFIDARE: La linea difensiva centrale da evitare;
SORPRESE: Sansone; Barrow.

MILAN

DA SCHIERARE: Ibrahimovic; Theo Hernandez; Kessie;
DIFFIDARE:
SORPRESE: Rebic;

Articolo precedenteTorino-Fiorentina: Analisi partita per partita
Prossimo articoloInter-Benevento: Analisi del match
Mirko Rossetti
Tra le telecamere inizia a prendere forma la pellicola della mia vita lavorativa, dietro una penna dai tasti affilati. Prima cronaca, poi economia, sport, eventi, di tutto un po' la chiamano esperienza da queste parti. Dalla TV al WEB, dal rec allo schermo blu, il tuffo in un mare affollato dalle onde non sempre facili da leggere e da interpretare. Tante avventure e poi… eccomi qui CFVB e la vita continua.