Antonio Nocerino curiosità e intervista

Antonio Nocerino curiosità e intervista sul centrocampista ex Milan. Dalla sua carriera da calciatore a quella da allenatore a Orlando. Tutto quello che devi sapere su Antonio Nocerino.

antonio nocerino, Antonio Nocerino curiosità e intervista
Db Milano 16/12/2012 – campionato di calcio serie A / Milan-Pescara / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: esultanza gol

Chefaticalavitadabomber live con Antonio Nocerino. A scendere in campo per il Team di Chefaticalavitadabomber uno dei tre volti della community, Fabio Tocco, in arte Fabio CFVB. Non la solita intervista, ma una chiacchierata senza freni su tutta la carriera di Antonio Nocerino, ex centrocampista di Palermo, Milan e della Nazionale italiana.

Covid-19 e lockdown

“Io sto bene! Qui in Florida i casi non sono stati tantissimi, ma comunque rispettiamo le regole. Con la mia famiglia rimaniamo tutti a casa!”

Via dall’Italia perchè mi ero rotto le scatole

“Mi ero rotto le scatole! Quello che vedevo in giro non mi piaceva più. Era tutto troppo lontano dai miei valori. Qui a Orlando ho trovato un ambinete piacevole con tante potenzialità anche dal punto di vista calcistico”.

Il Milan oggi, Ibrahimovic per la responsabilità

“E’ un Milan in costruzione! Ha preso Ibrahimovic a gennaio per togliere responsabilità ai giovani. Ibrahimovic serve tantissimo a questo Milan!”

Nocerino al Milan

“Io sono sempre stato un buon giocatore, che conosceva i propri limiti. I campioni con cui ho giocato, mi hanno dato la possibilità di giocare a quei livelli. Io davo sempre tutto!”

El Shaarawy

El Shaarawy è un gran giocatore! Nella mia squadra giocherebbe titolare! A parte i capelli che erano inguardabili, un’ananas!”

Napoletano Sempre

“Io tifo Napoli da sempre! Sono di Napoli e il Napoli lo porto nel cuore!”

Tornerei subito a Palermo

“A Palermo sono stato benissimo! Tornerei subito!”

Alla Juve non mi hanno dato l’ooportunità di giocarmela!

“Alla Juventus non mi hanno dato il giusto spazio. Non sono riuscito a giocarmi le carte giuste. Forse anche al Milan l’ultimo anno.”

Allenatori: Quelli che mi hanno fatto crescere di più

“Zeman Iachini e Delio Rossi”

L’allenatore che ti piace di più

“Conte, al momento!”

L’allenatore sempre sul pezzo

“Cosmi era quello più caldo! Lui andava sempre a 1000!

Il giocatore più forte nel calcio di oggi?

“Donnarumma è il più forte oggi!”

Il giocatore il più completo con cui hai giocato?

“Nedved il più forte! Una bestia, un’animale vero.”

Il giovane con maggior prospettiva?

“Castrovilli è un giovane con grande personalità. Gioca con il motorino! Poi mi piace tanto anche a livello tecnico.”

Cosa ne pensi di Allegri?

“Allegri grandissimo allenatore. Gli anni alla Juventus è cresciuto veramnete tanto. Nella gestione dei giocatori, è migliorato tanto. Legge la partita molto bene!”

antonio nocerino, Antonio Nocerino curiosità e intervista
Db Milano 24/02/2013 – campionato di calcio serie A / Inter-Milan / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Antonio Nocerino-Stephan El Shaarawy

Antonio Nocerino: Carriera e Titoli

Antonio Nocerino è nato a Napoli il 9 aprile 1985. Conosce il calcio all’età di 5 anni grazie al padre e nel 1998 approda nel settore giovanile della Juventus. Nel 2003 fa il suo esordio in Serie B con l’Avellino nel pareggio per 0-0 contro il Palermo. Genoa, Catanzaro e Crotone, rappresentano in ordine le tre stagioni successive per Antonio Nocerino. Nel 2006 fa il suo esordio con la maglia del Messina in Serie A e sempre con la squadra siciliana , il 7 maggio sigla il suo primo gol in massima serie. La rete verrà revocata perché la partita verrà dichiarata persa a tavolino. Poi il Piacenza e il ritorno alla corte della Vecchia Signora. Dopo solamente una stagione si trasferisce a titolo definitivo al Palermo di Zamparini. Fino al 2011 Nocerino rimane fedele a quella maglia poi passa al Milan.

Dal Palermo al Milan viaggio di sola andata!

Con la maglia rossonera e con Allegri in panchina arriva ache la prima presenza in Champions League. Il suo primo gol a San Siro lo sigla proprio contro i suoi ex compagni del Palermo, a volte il destino. Nel 2014 ricomincia a girare: prima il West Ham, poi il Torino e il Parma, il ritorno al Milan per 2 gare e il progetto a Orlando. Dopo una stagione oltreoceano ritorna in italia con la maglia del Benevento ma quello non sarà altro che il suo saluto all’Italia e al calcio giocato. Oggi allena l’U15 dell’Orlando e fa l’assistente allenatore nell’U17.