Shearer: “Lascia stare con il calcio…”

Curvo, tirato e storto. Descrizione non proprio ottimale per un calciatore professionista. Ma, signori cari, questo giocatore non aveva bisogno di avere il fisico perfetto per giocare a calcio.

A lui bastava solo una cosa: trovarsi nel posto giusto al momento giusto.

Nella High Street, povero sobborgo di Newcastle non c’era tempo per i cartoni animati ma solo per una maglia a strisce bianconere.

Lui stesso disse:

“Da bambino non guardavo i cartoni animati. Ero troppo impegnato a sognare di giocare con il Newcastle”

Stesso nome del padre, Alan che lavorava tutto il giorno in una fonderia un giorno gli confessò:

“Figlio mio lascia perdere con il pallone, guarda i ragazzi ricchi che giocano a golf.”

A 16 anni venne scartato dal suo amore bianconero, ma si sa certi amori non finiscono fanno giri immensi e poi ritornano. Nel dopo scuola andava al Wallasend Boys Club che aveva una squadra a livello giovanile. 150 gol in 3 anni, arrivò un osservatore del Southampton, Jack Hixon che lo prese e lo portò via con sè facendogli firmare un pre-contratto da semiprofessionista. Esordì a 18 anni contro il Chelsea e nella seconda partita contro l’Arsenal fece tripletta, a 18 anni.

Dopo 4 anni lo voleva lo United ma lui scelse il Blackburn di Kanny Dalgish, tornato in Premier League dopo 26 anni dopo anni in Championship e terza serie. Il primo anno 16 gol in 21 presenze, il secondo anno 31 gol in 40 partite, il terzo anno fu pazzesco 34 gol in 42 partite e in più la clamorosa vittoria della Premier League dopo 81 anni. Il quarto anno fece 36 gol e poi decise di andare al Newcastle, rifiutando moltissime offerte tra cui quella della Juventus.
10 anni al servizio del suo amore, 148 gol in 303 partite. Sapendo di non vincere nulla ma di conquistarsi per sempre la gloria eterna.

Questa è la storia di Alan Shearer, conosciuto come il ‘Leone di Gosforth.’
Il miglior marcatore della storia della Premier League.

“Non me ne andrò mai. La mia vita è qui.”

[Alan Shearer]


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

https://www.chefaticalavitadabomber.it/malcom-il-diamante-di-villa-formosa/

Aggiornato il 20 Novembre 2020