5 curiosità sullo Special One: quello che non sapevi di José Mourinho

mourinho, 5 curiosità sullo Special One: quello che non sapevi di José Mourinho

5 curiosità su Mourinho che non conoscevate. Dagli esordi, passando per le frasi celebri, arrivando ai suoi amori. Il tutto in vista della super sfida con Guardiola in programma per sabato 21 novembre tra Tottenham e Manchester City. Che fatica essere lo Special One… ecco le prove!

mourinho, 5 curiosità sullo Special One: quello che non sapevi di José Mourinho
Jose Mourinho of Tottenham during the press conference after the UEFA Champions League group B match between Bayern Muenchen and Tottenham Hotspur at Allianz Arena on December 11, 2019 in Munich, Germany. (Photo by Jose Breton/Pics Action/NurPhoto via Getty Images)

5 curiosità su Mourinho: l’esordio da outsider

Il 23 gennaio 2002, appena tre giorni prima di compiere 39 anni, un esordiente José Mourinho viene nominato nuovo allenatore del Porto (proveniente da una crisi nera). Dopo aver studiato alla corte di Sir Bobby Robson e Louis Van Gaal, il giovane Mou si era appena licenziato da capo allenatore del Benfica dopo solo 9 giornate, in seguito alla caduta del presidente che lo aveva fortemente voluto alla guida della squadra. I dubbi sulla sua nomina dunque non mancavano: ma chi lo conosceva bene sapeva quanto fosse preparato e appassionato il nativo di Setúbal. Nessuno però poteva immaginare che avrebbe lasciato un segno indelebile nella storia del calcio vincendo tutto il possibile con le squadre allenate, tra cui proprio la Champions League – di lì a poco – con i portoghesi, successo poi bissato con l’Inter, diventando a tutti gli effetti lo Special One.

José “O Professor”

Non tutti sanno che il successore di Pochettino al Tottenham, prima di diventare lo Special One degli allenatori, ha avuto un passato da professore di ginnastica al liceo. Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo infatti il giovane José decise di iscriversi al corso di laurea in Educazione Fisica, studiando nel frattempo anche per diventare allenatore UEFA. Conseguiti i due titoli, il prof. Mourinho insegnç alcuni anni a scuola prima di esordire come asisstente allenatore nel calcio che conta con il Barcellone di Robson.

Le frasi celebri di Mourinho

Ecco alcune delle frasi più celebri dello Special One che come ben sappiamo, non le manda a dire. C’è chi dice che sia migliore come oratore che come allenatore. Quel che è certo è che anche a parole non se la cava male.

15 settembre 2008 – Mourinho risponde all’ad del Catania Calcio Pietro Lo Monaco che lo aveva attaccato.

“Io conosco monaco di Tibete, Principato di Monaco, Bayern Monaco, Monaco Gran Prix. Non ne conosco altri. Se questo Lo Monaco vuole essere conosciuto per parlare di me, mi deve pagare, tanto”

10 luglio 2004  – Appena arrivato al Chelsea, da fresco vincitore della Champions, Mou si auto incoronò così come The Special One.

“Vi prego di non chiamarmi arrogante, ma sono campione d’Europa e credo di essere speciale. Se avessi voluto un lavoro facile sarei rimasto al Porto: una bella sedia blu, una Champions League, Dio, e dopo Dio, io”.

3 marzo 2009 – Dulcis in fundo “zero tituli”. Forse la frase più iconica mai uscita dalla bocca di Mou.

“Negli ultimi due giorni non si è parlato della Roma che ha grandissimi giocatori, ma che finirà la stagione con zero tituli. Non si è parlato del Milan che ha 11 punti meno di noi e chiuderà la stagione con zero tituli. Non si è parlato della Juve che ha conquistato tanti punti, ma con errori arbitrali”

Mourinho e il dito nell’occhio del vice di Guardiola

Come dimenticare il “pessimo” gesto, come sempre sopra le righe, di José Mourinho nei confronti dell’oggi compianto Tito Vilanova, all’epoca vice allenatore di Pep Guardiola al Barcellona. Mou, in seguito alla sconfitta del suo Real nel clasico di Supercoppa contro il Barça, reagì alle provocazioni arrivate dalla panchina blaugrana aggredendo platealmente Villanova con una ditata nell’occhio ripresa da tutte le telecamere. Roba da matti. Anzi, roba da Mou!

La famiglia dello Special One: chi sono moglie e figli

Nonostante la coppia sia tra le più riservate del mondo del calcio, sappiamo che la compagna di una vita e moglie di mister Mou è Matilde Faria; i due, convolati a nozze nel 1989, hanno anche due figli “omonimi”. Nel 1996 è nata la primogenita Matilde Faria Mourinho Felix, mentre il secondo figlio, il maschietto José Mario Faria Mourinho Felix, è nato nel 2000. I figli hanno quindi preso nomi e cognomi per intero dai propri genitori; quel Felix invece che spunta nei due nomi dei figli del mister sarebbe da attribuire al nonno dello Special One, al quale il portoghese era molto legato. Non per niente il nome completo del mister è José Mario dos Santos Felix Mourinho.