5 curiosità su Gallinari

Le curiosità su Danilo Gallinari, lo sportivo italiano più pagato al mondo: il numero 8, il Milan, i videogiochi. Scopriamolo insieme

Gallinari curiosità, 5 curiosità su Gallinari
DALLAS, TX – OCTOBER 14: Danilo Gallinari #8 of the Oklahoma City Thunder shoots the ball during a pre-season game against the Dallas Mavericks on October 14, 2019 at the American Airlines Center in Dallas, Texas. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. Mandatory Copyright Notice: Copyright 2019 NBAE (Photo by Zach Beeker/NBAE via Getty Images)

Danilo Gallinari non lo scopriamo certo oggi. La stella degli Atlanta Hawks e della nazionale ormai è conosciuto anche da chi non segue la pallacanestro. Ripercorriamo brevemente la sua carriera e scopriamo qualche curiosità sul suo conto. Gli esordi con l’Olimpia Milano, l’avventura in NBA, dove sta affrontando la sua quattordicesima stagione, la passione per il Milan e, adesso, neo papà.

Il numero 8 nel destino del Gallo

Siamo abituati ad associare il numero 8 a Danilo Gallinari, però i meno avvezzi alla pallacanestro forse non sapranno il perché Danilo abbia scelto proprio questo numero di maglia. La risposta la possiamo scoprire semplicemente guardando la sua carta d’identità. Il ragazzo di Sant’Angelo Lodigiano, infatti, è nato l’8 agosto del 1988. Sembra proprio che questo numero sia stato scelto dal destino.
In pochi si ricorderanno, però, che agli esordi con la maglia dell’Olimpia Milano Gallinari indossava la numero 12, in quanto la 8 era sulle spalle di Claudio Coldebella, ma, appena ne ha avuto la possibilità, Danilo ha preso subito il numero 8, che lo sta accompagnando anche nel corso della sua carriera in NBA.
Carriera NBA che lo ha visto partire nel 2008 dai New York Knicks, una delle più importanti franchigie NBA oltre ad essere quella di maggior valore. Con i Knicks Danilo ha disputato solo 2 stagioni e mezza, prima di essere scambiato ai Denver Nuggets nella tanto discussa trade che ha portato Carmelo Anthony nella Grande Mela. Dopo una prima stagione passata per la maggior parte in infermeria per un problema alla schiena, nelle due successive stagioni ha saputo distinguersi come uno dei migliori giovani della lega viaggiando a oltre 15 punti di media.
Da allora è passato da Denver, Los Angeles sponda Clippers, Oklahoma e infine Atlanta, mantenendo un’ottima media punti a partita che gli ha fatto guadagnare lo status di superstar, senza però dargli una vera possibilità di puntare al titolo.

Sportivo italiano più pagato al mondo

Quando associamo sport e denaro, pensiamo subito ai calciatori e ai loro stipendi da paperoni. In realtà, almeno per quanto riguarda gli sportivi italiani, i calciatori nostrani sono ben lontani dalla prima posizione. Stando alla classifica dei più pagati del 2020, i calciatori devono accontentarsi della seconda e terza piazza, rispettivamente Graziano Pellè, pagato 15 milioni dalla squadra cinese del Shandong Luneng, e Sebastian Giovinco, finito nel deserto saudita a giocare per l’Al-Hilal. Per trovare il primo giocatore della Serie A dobbiamo scendere fino alla quinta posizione, occupata dall’estremo difensore del Milan, Gigio Donnarumma.
Come già avrete capito, è Danilo Gallinari a conquistare la prima posizione di questa invidiata classifica. L’ala di Atlanta in questa stagione andrà a percepire la bellezza di 19,5 milioni di dollari, stipendio che, grazie al contratto triennale con gli Atlanta Hawks, andrà addirittura ad aumentere di altri 2 milioni nelle stagioni successive. E chissà che, oltre al conto in banca, non arrivino anche altre soddisfazioni per Danilo. Gli Hawks, infatti, sono una squadra giovane e dal grande potenziale, forse ancora un po’ troppo acerbi per questa stagione, ma con più esperienza e qualche innesto potrebbero dire la loro nei prossimi anni.

Il Milan nel cuore di Gallinari

Danilo è cresciuto in una famiglia di interisti. Il padre, Vittorio, leggenda del basket italiano e uno dei titolarissimi dell’Olimpia Milano di Dan Peterson che dominava in Italia e in Europa, è un tifoso sfegatatato dell’Inter. Danilo, invece, sin da piccolo ha deciso di passare dalla parte degli odiati cugini del Milan. Maglietta rossonera che indossava anche quando andava a giocare a calcio all’oratorio. Portiere o difensore, dice lui. E secondo noi, uno della sua stazza, avrebbe sicuramente fatto bene tra i pali, magari contendendo il ruolo di titolare a Donnarumma.
Ai microfoni di Radio Rossonera Danilo ha scelto la sua formazione ideale di sempre del Diavolo: Dida tra i pali; in difesa capitan Maldini, pendolino Cafu, Stam e Costacurta; a centrocampo Pirlo, Gattuso e Seedorf, titolari del grande Milan di Ancelotti; infine Kakà, Shevchenko e Van Basten in attacco. E quando gli viene chiesto di scegliere il suo giocatore preferito, senza pensarci risponde: Paolo Maldini.
Nel 2016 si è reso anche protagonista di un simpatico siparietto a Milanello. Una sfida a colpi di tiri liberi e rigori con Gigio Donnarumma. Scopri com’è andata nel video qui sotto.

Gallinari protagonista della copertina di NBA 2K17

La serie NBA 2K sono anni che domina le classifiche di vendita dei videogiochi di basket. Il gioco offre una simulazione e una qualità grafica che si avvicina incredibilmente alla realtà. Nel corso delle varie edizioni molti campioni e leggende della palla a spicchi si sono dati il cambio sulla copertina del videogioco: da Michael Jordan a Kobe Bryant, passando per Kevin Durant e Lebron James.
Per l’edizione italiana del 2017, Take-Two Interactive, casa produttrice e distributrice di videogiochi, ha scelto di mettere il nostro Danilo sulla copertina.
Il gioco ebbe anche ottimi risultati di vendita, stabilendo il record di copie distribuite per il franchising durante la settimana di lancio.

La famiglia: da Eleonora Boi alla nuova arrivata Anastasia

Dopo mesi di pettegolezzi, ad aprile 2019 Gallinari ufficializzava la sua storia con Eleonora Boi, conosciuta dai più come volto di Sport Mediaset.
I due si erano allontanati per qualche tempo prima di tornare insieme e comunicare ai media la loro relazione. Relazione da cui, il 7 dicembre 2020, è nata Anastasia, prima figlia della coppia.
Eleonora ha espresso tutta la sua gioia con la prima foto di famiglia su Instagram:

Ho pensato a mille cose da scrivere ma non trovavo mai le frasi giuste. La felicità non ha bisogno di troppe parole e poi sotto l’effetto di farmaci è sempre meglio lasciar perdere…Il 7 dicembre 2020 è nata la nostra Anastasia.