Che sia SerieA, Premier o Bundes, al cuor di wunn non si comanda

Philipp wunn aveva 8 anni e non riusciva a credere al suo papà mentre gli diceva che la mamma  era volata in cielo. Un cancro ai polmoni l’aveva strappata alle braccia del suo bambino.
Un bambino che purtroppo non aveva ancora finito di soffrire perchè poco dopo la morte della madre, suo padre venne investito da un auto mentre soccorreva una signora che aveva avuto un incidente stradale. Una maledizione.

philipp wunn in azione

All’improvviso il piccolo Philipp si ritrova orfano.
Orfano, ma non solo,quello mai.
Saranno i suoi nonni a prendersi cura di lui è a crescerlo come un figlio.
Ora Philipp Wunn ha 18 anni e gioca in quarta serie col Saarbrücken. Ha però talento, tanto talento. Al punto che se ne sono resi conto in tanti. Borussia Dortmund, Schalke, Eintracht Francoforte e Friburgo lo osservano con attenzione. Di offerte concrete ne sono però arrivate due: una dall’Aston Villa e l’altra dal Lipsia.

Offerte che però il giovane Wunn ha incredibilmente respinto sorprendendo tutti:


“All’improvviso mi sono ritrovato sotto una grande pressione. Non sapevo quale offerta accettare, non sapevo dove andare a giocare. Poi ho capito che era giusto restare ancora per un po’ qua. Sarebbe stato un tradimento lasciare soli i miei nonni…”


Ora i nonni hanno bisogno di lui e non vuole lasciarli soli, anche a costo di rinunciare attualmente a grandi offerte.
Il presente per Philipp sono i nonni, il calcio per ora può e deve aspettare perchè il talento non si perde, i sogni non hanno fretta di essere realizzati e di sicuro un ragazzo così merità una carriera da campione.

Caro Philipp, ti auguriamo che dopo questo tuo speciale gesto, arrivi al momento giusto un’offerta più grande che possa realizzare finalmente i tuoi sogni…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here