Vieri lo confessò al Chiambretti Night.

ronaldo-vieri-inter“Quando giocavo all’Inter, Ronaldo era il giocatore che si allenava di meno perché era il più forte del mondo ed è vero che tornavamo di notte alle cinque, sei del mattino.

Facevamo così tardi perché andavamo per locali, poi però io dormivo due ore ed andavo sul campo a correre, mentre lui si metteva sul lettino a mangiare brioche e cappuccino. Il problema è che la sera dopo, a mezzanotte, si presentava sotto casa mia e suonava il clacson dell’auto fino a quando non scendevo ed uscivamo nuovamente”


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Il curioso rigore di Martinez

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here