Il Verona sogna con la coppia Cassano – Pazzini

I nostalgici del cinema amano Brad Pitt e Angelina Jolie, quelli della musica Yoko Hono e John Lennon e così si potrebbe continuare all’infinito, per citare grandi coppie rimaste nella memoria collettiva.

Poi ci siamo noi, quelli della domenica, che ci affezioniamo a giocatori ignoranti o squadre che compiono cavalcate memorabili.

Stagione 2009-10, la Sampdoria si qualifica ai preliminari di Champions League trascinata da una coppia d’attacco da molti paragonata a quella composta da Vialli e Mancini. Solo che a differenza di Cassano e Pazzini, quei due avevano trascinato la Samp in finale di Champions.

Ma torniamo alla Samp di Fantantonio e del Pazzo: 28 i gol dei due attaccanti, statistiche spaventose e prestazioni rimaste nella memoria non solo della Genova blucerchiata, ma anche degli amanti del calcio italiano. E di quelli che al fantacalcio avevano pagato 10 crediti Giampaolo Pazzini….

Un connubio perfetto, consolidatosi giornata dopo giornata grazie ad una magia sotterranea che univa la fantasia di Cassano con il fiuto per il gol del Pazzo. O meglio, la pesantezza del primo con l’agilità del secondo.

Per comprendere quanto la loro Samp fosse temibile basti ricordare che l’Inter in quella stagione vinse lo scudetto grazie alla sconfitta della Roma firmata proprio da una doppietta del Pazzo.

Ma, si sa, le favole sono destinate a finire nel giro di breve tempo. E infatti la Samp nella stagione successiva retrocede in Serie B, causa anche la cessione della mitica coppia durante la sessione invernale di calciomercato. Stessa destinazione (Milano), squadre diverse.

I loro destini rimarranno comunque incrociati. Nella stagione successiva, eccoli di nuovo insieme. Anzi, no. Pazzini arriva al Milan e Cassano lo spediscono all’Inter. Tutto inutile, come scartare il Malaka Martinez per prendere Krasic.

I due centravanti non riescono a incidere all’ombra della Madonnina e danno inizio alla fase calante della loro carriera. Nella stagione appena conclusa, Pazzini fa il fenomeno in serie B a Verona, mentre Cassano medita di lasciare il calcio.

Ma si sa che nel calcio ‘i vecchi amori fanno dei giri immensi e poi ritornano’. Il Verona targato 2017/18 offre un contratto annuale a Cassano, che ritrova in squadra proprio lui: Giampaolo Pazzini!  Chissà se la neopromossa seguirà le orme della Sampdoria di qualche anno fa. Tutto sulle spalle dei due bombers, che proveranno a combinare un’altra pazzia. Nel segno dell’amore incondizionato di Romeo e Giulietta, un’altra favola calcistica pronta ad essere tramandata ai posteri. Perchè non sempre le minestre riscaldate fanno schifo.