Un giocatore si abbassa i pantaloncini davanti all’arbitro donna!

Giocatore si abbassa i pantaloncini davanti ad arbitro donna, è la fidanzata dell’attaccante del Palermo Moreo.

Il giovane giocatore si abbassa i pantaloncini davanti all’arbitro donna e poi viene espulso. Questa è solo la scena finale di un pomeriggio da dimenticare. A Mestre si sta disputando un torneo di fine stagione tra alcune squadre locali della categoria Giovanissimi. In campo per arbitrare la gara tra Treporti e Miranese, c’è un arbitro donna, Giulia Nicastro.

La giovane 22enne, fidanzata dell’attaccante del Palermo Stefano Moreo, fischia l’inizio della gara e a sua insaputa anche l’avvio di una storia di calcio da condannare. Dagli spalti, lato Treporti i genitori iniziano ad insultare il direttore di gara, prima con apprezzamenti e poi con insulti volgari.

Vatti a prostituire“, tra le offese peggiori rivolte all’arbitro donna che però decide di continuare a dirigere la gara facendo finta di non sentire quelle urla. Ricomincia la seconda frazione di gioco e dopo pochi minuti un giocatore del Treporti corre verso l’arbitro e si abbassa i pantaloncini e incomincia ad insultarla senza ritegno. Giulia Nicastro non ci pensa su due volte ed estrae il cartellino rosso.

 
L’Inter però è sempre presente sul mercato e proprio in questi giorni sta cercando di portare a Milano il centrocampista argentino conteso da mezza Europa (CONTINUA A LEGGERE)

I nerazzurri avrebbero bruciato la concorrenza di diverse big europee, tra cui Everton, Atletico Madrid e Borussia Dortmund per il francese. (CONTINUA A LEGGERE)

Il centrocampista spagnolo classe ’92 nel giro della nazionale, potrebbe rientrare nei piani nerazzurri. (CONTINUA A LEGGERE)

La vicenda è finita sul tavolo del giudice sportivo e alla Federcalcio, che ha fornito supporto all’arbitro donna e ha inviato al giudice regionale gli atti per provvedimenti contro il ragazzino, oppure per l’invio della documentazione alla Federcalcio nazionale.

A quanto pare la società Treporti è stata multata per una cifra pari a 100 euro ma la cosa non deve e non può finire qui.

Non se ne può più di questi comportamenti!

sbotta il capo degli arbitri italiani, Marcello Nicchi

Che cosa dovrei commentare? Queste sono persone che devono essere allontanate dal calcio, se una società non è in grado di gestire dei ragazzi di 14 anni deve essere radiata. Qui non stiamo parlando di una partita di calcio, qui stiamo parlando della cultura delle persone. Quanto è successo è semplicemente vergognoso. Come arbitri siamo tutti vicini a Giulia, ha grande forza e temperamento. Lo sta dimostrando.

Noi di chefaticalavitadabomber non possiamo che unirci alle parole di Nicchi e condannare queste tipologie di comportamento. Semplicemente Vergognosi!

 

Condividi questa notizia: