Top e Flop Shkendija-Milan

LA PARTITA

Milan-Craiova

Se la rosa del Craiova valeva un ventesimo di quella del Milan, quella dello Shkendija vale addirittura meno. Vittoria di misura dei rossoneri che si qualificano cosi alla fase a gironi, andando a segno con il solito Cutrone e con uno Storari attivo e reattivo che blocca le iniziative dei macedoni non senza difficoltà.

I TOP MILAN


Cutrone: sotto il sole non si sa, ma sotto porta c’è sempre ed è incisivo e decisivo. Si prende gli applausi per il gol da parte di tutti, a partire dai compagni e dagli avversari tranne da Andrè Silva che sta ancora aspettando l’assist che arriverà forse l’anno prossimo. 8 SOTTO PORTA SOTTO PORTA C’E’ CUTRONE C’E’ CUTRONE
Storari: 40 anni, attivo e reattivo ma non è Buffon. Fa il secondo portiere e prende meno del terzo Donnarumma. Il buon Marcone oggi passa alle cose formali scaldando i guantoni sui tiri dello Shkendija e rievocando i bei tempi di Messina urlando “dov’è la difesa” e “allora ci svegliamo o no” a Bonucci e Romagnoli scambiandoli per Salvatore Aronica e Alessandro Parisi. Affidabile e una buona riserva a Donnarumma Junior come con Buffon alla Juventus qualche anno fa. 8 ETERNO… SECONDO
ZANELLATO: Il battesimo per il baby centrocampista è nel pieno della Macedonia (in tutti i sensi) in un ignorantissimo match di Europa League. Si dimostra attento e affidabile, la scampa quasi sempre anche se soffre le ripartenze dei macedoni che rischiano di trovare in più occasioni il pareggio. 7 GELATO ALLA MACEDONIA

FLOP

Andrè Silva milan
André Silva: E anche oggi farò meglio la prossima volta. Il numero 9 rossonero è vero che non riceve molti assist ma in area di rigore con le innumerevoli frittate dei macedoni non ne approfitta e fuori dall’area col pallone dimostra la stessa sicurezza di un vitello nella sala della mattanza. Sta ancora aspettando l’assist di Cutrone al minuto 13. 5 SIMONE BARONE

Condividi questa notizia: