Top e Flop Napoli-Cagliari: i sardi durano meno di un eiaculatore precoce, azzurri orgasmici!

Napoli – Cagliari dura meno della speranza di abbordare la più carina quando entri in un bar e provi ad avvicinarti a lei. Azzurri troppo forti e Cagliari troppo arrendevole, il risultato non può che essere un secco è rotondo 3-0.

Top Napoli

Koulibaly: gol di Koulibaly, fin ora, nel campionato di Serie A 2017-18? 2. Gol di Francesco Totti, fin ora, nel campionato di Serie A 2017-18? 0! Il centrale purga Cragno dopo un controllo e un tiro di destro più preciso del tiro della tigre di Mark Lenders ed è l’unica cosa che deve fare oggi, visto che l’offensiva cagliaritana rasenta il nulla. 
IL NUOVO IMPERATORE

Mertens: partita meno entusiasmante del solito dello scugnizzo belga, però anche in una giornata non eccellente mette a referto l’ennesimo gol. I motivi della prestazione non eccellente son presto spiegati: nella giornata di ieri si è ubriacato al battesimo del nipote. MERTENS SANA IN CORPORE SANA

Hamsik: più in ritardo di un cross di De Sciglio ma, forse, ha cominciato questo campionato anche Marekiaro. Gol che apre le marcature, ottima gestione della partita, e vittoria su puntata secca dei cavalli nell’intervallo, il capitano napoletano si sta riprendendo, nel frattempo fuori dal San Paolo sono pronte le magliette celebrative per festeggiare il suo ritorno al gol. I’AM SICK 

Flop Napoli 

Callejon: non la sua miglior partita, e lo si capisce già quando nel tunnel degli spogliatoi, prima della partita, lo si vede spettinato. Prestazione comunque da 5.5, nulla di eccessivamente negativo, la cosa grave la combina dopo quando in macchina al ritorno a casa picchia un gruppo di turisti giapponesi che lo scambiano per Jim Carrey e gli chiedono la foto. THE JOSE’ MARIA SHOW

Allan: anche lui non è che giochi male, per carità, è che abbiamo visto più volte in panchina per scelta tattica Leo Messi che lui in questa partita. ALLAN-TANATO 

TOP CAGLIARI 

Barella: quanto meno ci prova, in questo campionato è a mani basse il migliore giocatore cagliaritano e si conferma anche nello spogliatoio quando batte in una gara di misure l’avversario Koulbaly. SUPER-DOTATO

Joao Pedro: più o meno è lo stesso discorso di Barella: quanto meno ci prova! Partita in cui è difficilissimo giocare per uno che ha bisogno di metri per inventare, riesce comunque a offrire qualche buona giocata e ad offrire una cena alle 7 top model in tribuna per consolarsi della terza sconfitta consecutiva. IMPRENDITORE 

FLOP CAGLIARI 

Romagna: provoca il rigore del 2-0, è disattento sul primo gol e arriva ultimo nella gara di rutti pre-partita, partita da dimenticare. ROMAGNA BALLA 

Andreolli: la partita non era facile, verissimo. Ma neanche giocare così male era un gioco da ragazzi. Linea difensiva che ne capisce meno che Cassano all’Università di Matematica e Andreolli è uno dei peggiori. Gioca con la stessa voglia con cui un padre accompagna la figlia alla lezione di danza e questo aumenta la difficoltà per i suoi compagni. LO VOGLIO RIVEDERE, BEPPE. 

Pavoletti: non so se sia peggio la sua partita o la mia decisione di spendere un terzo del budget per lui al fantacalcio. Vedere Pavoletti segnare ormai è diventato un bellissimo ricordo. C’ERA UNA VOLTA PAVOLETTI

Condividi questa notizia: