Top e Flop Napoli-Benevento: Mertens incanta e fa Viola il Benevento

Il Napoli fa vedere la differenza abissale che c’è tra i suoi uomini e quelli di mister Baroni e lo fa con una  sestina vincente che manda uno squillo a Inter e Juventus prime in classifica. Dybala fa tripletta all’ora di pranzo, Mertens non ci sta e prima infila Belec  in spaccata e poi ‘ruba’ due rigori ad Hamsik lanciando la sfida all’argentino per la classifica cannonieri. Baroni senza Ciciretti, lancia dal primo minuto “Zio Benito” Viola cercando di chiudersi in difesa, ma il risultato è un sedere a strisce giallorosse che lascia le streghe a quota zero punti in classifica.

Napoli-Benevento Top e Flop
Top

MERTENS (NAPOLI): Non digerisce il pranzo per colpa della tripletta di Dybala e si rifà all’ora del thè rifilando una tripletta a Belec e riscattando la prestazione “di Mertens” di mercoledì sera. I rigori sarebbero patrimonio di capitan Hamsik ma lui oggi ha feeling speciale con la porta e cala il tre, il cinque e il sei. 10 LADRO

INSIGNE (NAPOLI): La fantasia non gli manca, specie se poi il Benevento in difesa ha i cartongessi. Modella tutto a modo suo trovando un gol capolavoro e un assist per Mertens,   facendo capire a tutti che il mondo dovrebbe essere ai suoi piedi. Peccato solo che la sua altezza non supera il metro e cinquantuno. 8 LORENZINO IL MAGNIFICO

 

KOULIBALY (NAPOLI): L’attacco del Benevento è timido e impacciato e lui se ne approfitta facendo vedere la tutta la sua virilità e la sua ignoranza da maiale assatanato, dimostrando inoltre di non temere la concorrenza di Chibsah sulla sfida di centimetri. 8 BRONZO DI RIACE


VIOLA (BENEVENTO): Si fa chiamare Nicolas, ma il primo nome all’anagrafe è Benito. Il centrocampo è completamente nel pallone, ma lui  prima -mostra sue ferite di guerra con orgoglio e poi  prova a lanciare i suoi compagni al gol dell’onore ma senza successo. Viola di cognome e dopo la partita di questo pomeriggio, avrà modo di migliorare i suoi lanci e la sua tamarragine anche in serie A. 7 MUTILATO

Flop

CHIBSAH (BENEVENTO): Rispetto ai suoi compagni ha un’arma in più, ovvero la terza gamba. Potrebbe usarla per fare gol ma la usa per causare il primo rigore per il Napoli e falciando tutto il centrocampo azzurro rischiando il rosso diretto dall’arbitro e l’arresto per utilizzo improprio delle armi. La questura di Napoli è sulle sue tracce ma Baroni ha già avvisato i suoi avvocati per dargli l’opportunità di difendersi. Sperando che non sia la sua difesa titolare.  5 CRIMINALEù

LUCIONI-VENUTI-DI CHIARA-LETIZIA (BENEVENTO): Sarebbe la difesa titolare dei sanniti, ma oggi sembra lo scolapasta che usa mia mamma per buttare gli spaghetti. Fanno acqua da tutte le parti, regalando la prima gioia a Insigne e dimostrando di non aver smaltito per niente la sbronza di ieri sera in centro a Napoli. 4 COLABRODO

Condividi questa notizia: