Top e flop Milan-Cagliari: sotto il sole di Cutrone. Il Cagliari…. Sbarella!

Un Milan che vince e un Cagliari che (nonostante la sconfitta) convince. Vediamo i voti della prima di campionato a San Siro per i rossoneri.

Top Milan

Cutrone: altro gol del classe ’98. La giovane punta rossonera segna con la stessa frequenza con cui io, alla sua età, guardavo le puntate di dragon ball. Ora per Montella sarà davvero dura tenerlo fuori. ENFANT PRODIGE

Suso: c’è chi dice che Andrea Pirlo abbia mandato un messaggio a Fassone in cui chiede di tornare a milanello per imparare a tirare le punizioni come lo spagnolo milanista. Secondo centro consecutivo per uno dei milanisti più in forma di questo avvio di campionato, talmente scatenato che nel post gara abbia addirittura vinto la gara di sputi con Kessie. FROM SPAIN WITH LOVE

Conti: altre grande partita del giocatore rubato ai cantieri. Il muratore bergamasco dialoga su Suso e in quella fascia passano più palle che nelle notti alcoliche di Adriano. Offre anche una discreta prestazione difensiva. I CONTI CHE TORNANO

Flop Milan

Kalinic: gente allo stadio giura di averlo visto entrare in campo, ci crediamo poco. Esordio ininfluente del neo-rossonero che, in quanto a numeri, gioca meno palloni di quante presenze abbia il fratello di Donnarumma. DA RI(VEDERE)

Kessie: paga dazio l’erroraccio in fase di disimpegno che porta al momentaneo gol del pareggio. Per il resto solita partita di rabbia per il 21enne più 30enne che ci sia. Si rifà in doccia dopo la gara vincendo la “coppa metri” detenuta da Seedorf

Top Cagliari

Barella: considerando quanto possano essere scontate le battute sul suo cognome, ci limitiamo ad elogiare una grande prestazione di un giocatore assolutamente interessante. SBARELLA MA NON MOLLA

Joao Pedro: per la solita legge del: “se segni hai ragione” premiamo lui come uno dei migliori del Cagliari. Parte un po’ sottotono, probabilmente spaventato dai ricettatori calabresi che hanno minacciato suo cugino, a fine gara si presenta all’Old Fashon con 3 litri di vodka in corpo a ballare sui ritmi di Maracaibo con Jeda. BALLERINO

Flop Cagliari

Sau: prestazione sottotono dell’attaccante, delude i suoi 8 fantallenatori che gli non dato fiducia, fantallenatori che, per fargliela pagare, gli entrano in casa e gli mangiano tutto il porceddu in frigo, costringendolo a una dieta doc carboidrati e anfetamine. SAU-DADE

 

 

Condividi questa notizia: