Top & flop Lazio-Zulte: Caicedo è un funambolo, ospiti in gita a Roma

Partita con un solo risultato possibile: 1 HANDICAP, e così sarà. I giocatori dello Zulte Waregem sono comunque carichi perché per la prima volta vedranno il Colosseo senza dover pagare il viaggio

Top Lazio-Zulte

Murgia: Come al solito il baby talento della Lazio sforna una grande prestazione. Nell’azione del secondo gol potrebbe andare in porta ma decide di darla a Ciro perchè lui segna solo il 3-2. SCARAMANTICO

Caicedo: Parte da titolare perché in effetti gli avversari sono allo stesso livello dei pulcini 2003 che raccolgono le palle all’Olimpico alla domenica. Lui nel dubbio segna e umilia un difensore capitato per caso davanti a lui con un tunnel. FUNAMBOLO

Luis Alberto: Tecnica sopraffina, visione straordinaria, taglio di capelli doppio gusto. Continua a sorprendere tutti con le sue giocate, però la giocata più bella la fa quando si incarta facendo 365 doppi passi di seguito. O FENOMENO

Immobile: una macchina, come sempre. Entra nella ripresa con il compito di chiudere la partita e lo fa con un gol delizioso. Peccato che si copra la bocca quando decide di parlare, perché vorremmo capire quale sia la sua vera lingua. POLIGLOTTA

Flop Lazio-Zulte

Strakosha: Purtroppo non subisce tiri e per non addormentarsi è costretto a contare quanto buchi hanno le reti dell’olimpico. NINNA NANNA

ZULTE WAREGEM: Non hanno colpe, a loro era stato detto che a Roma sarebbe stata una gita. INESPERTI

 

Michael Viperino

 

Condividi questa notizia: