Top e Flop Bologna-Inter: Spalletti vede i sorci Verdi

Spallette vede i sorci Verdi a Bologna e soffre per un’intera serata la verve dell’ex milanista: non è sempre Crotone per l’Inter che non riesce a vincere la quinta partita consecutiva.

TOP BOLOGNA-INTER 
VERDI (BOLOGNA) In giornata di grazia, fa vedere i sorci Verdi alla difesa di Spalletti. Fa il bello e il cattivo
tempo peggio che Andrea Giuliacci, finchè Mbaye non regala un ombrello all’Inter. – 7,5 SINFONICO
DI FRANCESCO (BOLOGNA) La spalla ideale di Verdi. Così a disposizione da essere pronto a fargli da
complice in un colpo in banca. Fa a pezzi una difesa che avrebbe bisogno Di Francesco d’Assisi- 7
AFFIDABILE
DONSAH (BOLOGNA) Mediano di spinta is for boy. Donsah is for man. Si inserisce più lui nella difesa
nerazzurra che Rocco Siffredi ad un raduno di zitelle. – 6,5 GENEROSO
DONADONI (BOLOGNA) Una serata felice per Roberto e tutti i tifosi presenti al Dall’Ara. Lui lo fa di
cognome, ma questa sera è l’Inter che Dona doni. – 6,5 MAGNANIMO
ICARDI (INTER) Lex Luthor Icardi raggiunge il 6 in pagella con più difficoltà di Di Natale in un compito di
matematica. Lo fa solo grazie al rigore, ma per un Maurito così la corsa al trono dei bomber della Serie A
sembra più ardua che rimorchiare una milf. – 6 PELATO
EDER (INTER) Un difensore pronto a regalarti un rigore è peggio di una 16enne pronta perdere la verginità.
Eder ne approfitta, ed ottiene gli onori di salvatore della patria. Più puntuale di un controllore quando non
hai il biglietto. – 6,5 PROVVIDENZIALE

FLOP
MBAYE (BOLOGNA) L’uomo in più. Per Spalletti. Colpito dal morbo di Puppenaz, atterra in area di rigore
Eder, in quel momento più inoffensivo di un parroco ad un addio al nubilato . Cerca di farsi perdonare in
qualche modo, ma i compagni sono pronti a farlo nero. – 5 PROVVISORIO
D’AMBROSIO (INTER) Danilo sembra aver accusato l’inizio della stagione. No, non quella di Serie A. Il
tronista nerazzurro fatica nel suo secondo lavoro di terzino, dimostrandosi più affidabile per Maria De
Filippi che per Spalletti. – 5,5 NOMARIAIOESCO
VECINO (INTER) L’ex centrocampista viola va Vecino alla sufficienza, ma in una serata in cui tu e i tuoi
compagni di reparto vi fate mettere sotto dal Bologna (non il giappone di Holly e Benji), qualche domanda
bisogna farsela. Magari davanti a una Moretti. Sperando di vincere almeno quel trofeo in estate. – 5,5
OMOLOGATO
BORJA VALERO (INTER) Mastro Lindo non ripulisce il centrocampo interista da errori e rimane più sottotono
che dopo una serata con Nainggolan. – 5 SBRONZO
JOAO MARIO (INTER) ‘Stupido è chi lo stupido fa’ diceva Forrest Gump. Peccato per Mario che trequartista
non lo è solo chi lo fa. Tenta di essere il faro del gioco nerazzurro, ma non è nemmeno un abat jour. – 5,5
INCONCLUDENTE
SPALLETTI (INTER) Senza pilota automatico è difficile per tutti, e Lucianone si dimostra ancora al foglio
rosa. Puntare allo scudetto sembra prevenuto come un 2000 con Belen. – 5,5 INCIDENTALE

Icardi (fonte Inter.it)

Federico Rana 

Condividi questa notizia: