Le regole del Barcellona per Dembelè

dembele-barcellonaLe qualità del giocatore non sono nemmeno da mettere in discussione, basti pensare all’ultimo gol segnato da lui nell’ultima partita di Champions League contro il Tottenham, una progressione che è partita dalla sua metà campo per finire con uno splendido gol.

Parliamo di Ousmane Dembelè, uno degli acquisti più importanti della storia del Barcellona, non solo per il livello tecnico del giocatore ma anche e soprattutto a livello economico.

Da qualche giorno il Barcellona ha deciso di dettare a lui delle regole ben precise che dovrà seguire senza se e senza ma, il tutto è stato deciso dopo l’atteggiamento non proprio da vero professionista di Dembelè.

Per esempio, la mattina successiva al suo bellissimo gol segnato al Tottenham è arrivato in ritardo di due ore agli allenamenti, tutto ciò gli è costato una strigliata dalla dirigenza blaugrana ed una multa da 200mila euro. Non proprio pochi neanche per uno che prende uno stipendio milionario.

I motivi alla base dei suoi continui ritardi sembrano essere le partite infinite alla Play Station con i suoi amici intervallati da spuntini notturni composti solo da cibo spazzatura.



 ROMA BATTE GENOA A QUOTA 7


 

Un dirigente del Barcellona,  avrebbe raccontato di aver trovato la casa in condizioni igieniche spaventose, descrivendo l’appartamento come un’immensa discarica di cartoni di pizza e rimasugli di fast food, sporca in ogni angolo compreso il bagno, luogo che nessuno probabilmente ha mai pulito.

Il club spagnolo ha deciso che chiamerà il giocatore ogni mattina all’alba, avrà un vero e proprio tutor che lo seguirà lungo tutta la giornata e non potrà utilizzare il vcellulare per un tot di tempo sia prima che dopo gli allenamenti, dovrà anche limitare le sue ora ai videogiochi. Non avrà vita semplice il gioiellino francese.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Cassano: “Ho lo stesso vizio di Michael Douglas”

Condividi questa notizia: