Ranocchia: Il vero Capitano dell’Inter

Chissà se da piccolo Andrea Ranocchia, un “anti-bomber” per eccellenza, un giocatore mai sopra le righe, la sua vita da bomber l’aveva poi immaginata così.

ranocchia-bari.jpg
Una carriera in costante decollo ed atterraggio sulle montagne russe del pallone, quella giostra tanto pericolosa da decidere che un giorno tu, calciatore, sei il difensore più promettente d’Italia – tanto da affibbiarti l’etichetta di “nuovo Nesta” – e che il giorno dopo, crudelmente, sei invece il più sopravvalutato tra i difensori italiani.
Chissà se da piccolo Andrea Ranocchia poteva mai immaginare che tra alti e bassi, tra pianti e gioie, tra prestiti e ritorni sarebbe diventato il capitano morale dell’Internazionale di Milano, vestendo peraltro la maglia indossata qualche anno prima da un giocatore che, tra gli altri, ha contribuito a rendere l’Italia Campione del Mondo.

ranocchia-inter

Chissà se Andrea immaginava che dopo le critiche feroci, sarebbe stato da tutti di nuovo “riabilitato” grazie alla sua professionalità, al suo saper stare al proprio posto e grazie al suo attaccamento alla maglia dimostrato in anni di luci ed ombre…

In un mondo dove i capitani veri mancano sempre di più, lui resta un uomo ed un capitano silenzioso… Ed i tifosi nerazzurri queste cose le sentono…

Chissà se da piccolo Andrea Ranocchia poteva mai immaginare che tra alti e bassi sarebbe diventato proprio Andrea Ranocchia!

Cristiano Marrella


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Kakà: “Quello voleva dire essere capitano”

Condividi questa notizia: