“Sono qui per difendermi da un’accusa non vera”.

L’estremo difensore spagnolo dello Sporting Gijon, Ivan Cuellar, è stato ripreso da un giornalista locale mentre scendeva dal pullman della squadra: secondo la ricostruzione del giornale di riferimento, Cuellar avrebbe lanciato uno sguardo di sfida verso i tifosi avversari. Il fatto risale a sabato scorso, quando la sua squadra ha fatto visita al Deportivo La Coruña. L’accusa non è piaciuta a Ivan che, in sala stampa, si è scagliato contro il giornalista in questione.

Schermata 2016-10-06 alle 15.45.51Cuellar ha deciso così di intervenire in conferenza stampa per difendere la sua posizione: lo spagnolo ha spiegato di aver rivolto lo sguardo verso un tifoso che stava avendo un attacco epilettico assieme agli stessi medici del club, che hanno poi assistito il sostenitore galiziano. Durante la conferenza, il portiere dello Sporting si è rivolto al giornalista in questione con parole durissime: “Pensi che l’informazione che hai dato sia corretta? Pubblicare un video riportando tutto quello che uno vuole. Questo è il giornalismo del giorno d’oggi. Ti sembra giusto giocare con la salute di una persona? Sei un giornalista, mandi un video al tuo giornale e non fai menzione del fatto che una persona sta avendo un attacco epilettico? Sei davvero un buon giornalista? Permettimi di dirti che sei un idiota. E questo non è affatto un insulto, è un aggettivo qualificativo. È quello che hai fatto tu: dare un’informazione idiota. Sono qui per difendermi da un’accusa che non è vera. Prima di una partita molto importante, mi sono preoccupato di una persona colpita da un attacco epilettico. E tu mi stai dicendo che la mia intenzione era quella di provocare? Io dico le cose in faccia e non permetto una cosa del genere. Fare una cosa del genere è da figli di p******! Non prendetemi per il c***, perché non sono qui per farmi prendere per il c***!” Cuellar si è poi alzato e ha abbandonato la sala stampa, tra lo stupore dei giornalisti presenti, ancora visibilmete irritato.

https://www.youtube.com/watch?v=WNpqHQ8Oegk

Condividi questa notizia:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here