Non è Natale, vero, abbiamo iniziato ora Settembre, le scuole riaprono e le ferie finiscono, ma noi di CFVB abbiamo ricevuto una letterina, proprio come fosse Dicembre, con la richiesta di pubblicarla… Potremmo mai noi privare il nostro Riccardo (è lui l’autore) di questa gioia? L’ha indirizzata all’uomo che lo ha reso famoso e che ricorda con affetto!

Ci ha chiesto di divulgarla e noi, con tanto piacere, lo facciamo:

“Por el mes amigo Marcello. Hola Marcelito, soy Riccardo… Intanto scusami per il mio spagnolo, ma purtroppo oltre a “Corrida”, “Toros” e “Pinga” non so altro… Come stai? So che l’ultima volta che ci siamo visti non ci siamo lasciati molto bene…

Quel pallone sparato in curva sul 3-3, gli insulti dei tifosi e le telecamere, quelle stronze, che hanno immortalato il mio buco sul dischetto… MASPERO che col tempo tu sia riuscito a riprenderti.

Come tutti hai mal interpretato quel gesto, io volevo aiutarti… C’era una talpa, una stupida talpa al Delle Alpi, temendo che potesse spostarti il pallone ho semplicemente cercato di allontanarla. Ma tutti mi hanno crocifisso… Si ma pure tu Marcy, ci sei proprio cascato come un pollo.

Uno ti passa a tre centimetri dal naso, si mette a spicconare il dischetto dal quale dovrai calciare uno dei rigori più importanti della tua vita e tu? Manco te ne accorgi? Va bene che erano gli anni della triade, che i rigori andavano dentro da soli… Però…

Fatto stà caro Marcelo che da quel giorno la mia e la tua vita sono cambiate. Io sono diventato famoso, sono testimonial per la CAT escavatori, ho picconato tantissime ragazze in discoteca, i tifosi del Toro mi farebbero un monumento, il mio allevamento di talpe procede alla grande… E tu Marcelo? Come te la passi? Dovresti essere allegro! Vivi in Cile al caldo, hai una bella villa ed una bella famiglia…

Ho parlato con Zamorano, sai quello che vende le magliette contraffatte, 1+8, 9+1 e mi dice che passi le tue giornate ad osservare gli scavi dei cantieri cileni… Marcelo, davvero, riprenditi!

Capisco che un Derby che avevate già vinto all’intervallo sul 3-0, vedervelo scappare dalle mani (tra l’altro ho fatto un gran gol no?) faccia male, capisco che quel rigore avrebbe potuto svoltare la tua stagione fallimentare, capisco tutto! Ma son passati 17 anni e mi spiace saperti ancora così…

So che a Dicembre sarà il tuo compleanno, la vigilia di Natale, ti mando tanti auguri di buon Natale e buon compleanno, sei pure sfigato, ti fanno un solo regalo per tutti e due…

Ora ti lascio che era dal 2001 che non portavo fuori le talpe a far un giro per Torino e poi ho visto che hanno aperto un cantiere nuovo e richiedono la mia consulenza…

Ciao Marcy, in Salas ho ancora la mia maglia di quel giorno! A presto!”

Dear: Marcelo Salas, Cantiere Stradale 841, Santiago del Cile.
By: Riccardo Maspero, Torino. Italy.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

“Da oggi non fumerai più, nemmeno mezza sigaretta”

 



Condividi questa notizia:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here