Il Fulham è qualcosa che non si può spiegare a parole, la sua casa, il
Craven Cottage, da ormai 120, è qualcosa che non si può comprendere da una
foto o da qualche partita vista in tv, ma è di più, molto di più, deve
essere vissuto, assolutamente!

IMG_3544Siamo a Londra, ci troviamo a pochi chilometri dal centro della città, la
fermata dell’Underground è Putney Bridge, ( District Line, linea verde in
direzione Wimbledon ) circa 15 minuti a piedi, che probabilmente non
dimenticherete mai più.

 

ful

 

Appena fuori alla stazione, basta seguire i segnali che indicano Bishop’s Park, parco meraviglioso, pieno di verde e con tanti giochi per bambini, il giorno delle partite è fantastico, pieno di tifosi e di persone del posto, poi, la cosa più bella è il Tamigi, che vi accompagna sulla vostra sinistra, mentre in lontananza si inizia ad intravedere lo stadio…

 

 

Sembra uno stadio come tanti, ma non è così, oltre ad essere attaccato ai magnifici cottage del quartiere, il Craven, sorge sulle rive del Tamigi, ma la cosa più bella, e probabilmente proprio quella che attira tantissime persone, è la storia e l’architettura, risalente a fine 800, e ancora intatta. All’interno, nella tribuna “Johnny Haynes Stand”, si trovano, ancora intatti e in uso, dei seggiolini in legno, che ormai saranno centenari!

Io ho avuto la fortuna di vivere il Craven Cottage due volte, e ogni volta
è stato come fare un tuffo nel passato, stadio in legno, struttura
fantastica, elegante e unica, poi, in entrambi le occasioni ho notato un
flusso incredibile di famiglie, donne e bambini, e questa è la cosa che più
amo del calcio. Per concludere, nel 2009 il Times, ha inserito il Craven
Cottage nella top ten degli stadi di calcio più belli del mondo.

Vi auguro di visitare questo magnifico stadio, ma nel frattempo, per
conoscere altre storie e tantissime altre novità sugli stadi britannici e
europei, vi invito sulla mia pagina.

Condividi questa notizia:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here