Ci sono momenti che, semplicemente, aspetti per tutta la vita.

Congiunzioni astrali che rendono possibili certi eventi solo in certe situazioni. Forse è vero che siamo solo burattini nelle mani del destino. Anche se sei romano, dalla testa ai piedi. E anzi, proprio per questo, un po’ ti affascina che tutto sia deciso da un fattore del tutto estraneo. Perché prima o poi il momento arriva per tutti. Ma Dio, quanto è dura l’attesa.

Ranieri Leicester Esonerato PremierClaudio Ranieri lo sa: la gavetta sa essere spietata. Un periodo interminabile, in cui tutti si permettono di giudicarti, e tu non ti permetti di contraddirli. Ma l’impegno e la fatica ripagano sempre. anche quando ormai non ci speri più. allora diamine, ne vale la pena girare per mezza Italia, Spagna, Inghilterra, Grecia per passione e Francia per sfizio. Vale la pena tutto questo, e forse anche di più. Vale la pena se diventi il protagonista, il vero deus ex machina, della più bella favola sportiva che la Regina Elisabetta ricordi. Conquistare l’Inghilterra alla guida delle Foxes a 64 anni suonati, con una squadra fino a pochi mesi prima sull’orlo della retrocessione, ti rendono un volpone di prima categoria. E se ti chiamano re Claudio non meravigliarti. Perché Dilly Dong Man, tu hai fatto quello che in pochi avrebbero immaginato. Tu ci hai creduto anche quando mollare non era da perdenti ma da persone di buon senso. Quello che manca a tutti ogni tanto. Ma senza la pazzia non si scrive la storia. E poi, il destino ti chiede il conto. Ti toglie la speranza, ti regala sogni, ti fa toccare il cielo con un dito, e poi ti riporta alla realtà. Quando sulle nuvole tu, in fondo, non ci stavi poi così male.

Le favole ancora esistono

E anche se il Leicester non è ancora fuori dalla Champions, l’avventura di Ranieri nella Londra meno nobile della Premier League è giunta al termine. Tutte le storie, anche le più belle, le più emozionanti, insomma, le storie che non dimenticheremo mai, devono finire. E forse è meglio farlo così, all’improvviso, in un freddo giovedì di febbraio. O forse è l’unico modo in cui poteva andare. Il destino si diverte a cambiare le carte in tavola. Ranieri ha vinto la mano della vita neanche un anno fa. E anche ora che gli assi sembrano essere finiti, ne siamo sicuri, saprà sorprenderci. Nell’attesa, non possiamo che ringraziarti. Grazie a te, Re Claudio. Le favole ancora esistono.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here