Chi batte la Puni? La classifica dei migliori calciatori della serie A


I calciatori che hanno segnato più gol su calcio di punizione diretto nella storia della Serie A. Da “Pinturicchio” al “Divin Codino”, una storia scritta da piedi educati.

 

7° Posizione: 16 gol
“Il Pianista” Miralem Pjanic
Il numero 5 bianconero è l’unico giocatore di questa speciale classifica ad essere ancora in piena corsa per guadagnare posti e perchè no la vetta. “Prendi la mira Miralem Pjanic”, è senza dubbio la frase più ripetuta dai tifosi quando il bosniaco si appresta a calciare. Una curiosità sul centrocampista ex Roma è senza dubbio quella riguardante il suo poliglottismo infatti parla ben sei lingue: bosniaco, inglese, tedesco, lussemburghese, francese e italiano.

 

6° Posizione: 20 gol
“The Magic Box” Gianfranco Zola
Tra club e nazionale, Zola ha giocato globalmente 826 partite segnando 247 reti, alla media di 0,30 gol a partita. Nel suo primo ritiro col Napoli, data l’assenza di Maradona, iniziò subito a dimostrare grandi qualità e con l’assenza di Alemao e Careca, impegnati con il Brasile per la qualificazione ai mondiali di Italia ’90, iniziò a giocare da titolare il campionato 1989-1990, contribuendo con due gol alla vittoria dello scudetto.

 

5° Posizione: 21 gol
“Er Pupone” Francesco Totti
Conosciuto e ricordato forse di più per il famoso “cucchiaio”, un pallonetto dagli 11 metri, brividi allo stato puro. Il numero 10 della Roma, l’ottavo Re di Roma, la vera anima della Roma. E’ l’unico giocatore, insieme a Paolo Maldini, ad aver preso parte a 25 campionati, e il solo ad essere andato in gol per 23 stagioni.

4° Posizione: 21 gol
“Divin Codino” Roberto Baggio
Uno che il pallone lo trattava con i guanti, un fantasista con il vizio del gol. Il numero 10 più celebre di sempre ha lasciato nel cuore di molti tifosi ottimi ricordi, ma non si può dire la stessa cosa del suoi rapporto con i tecnici e le dirigenze, fatti di continue discussioni e incomprensioni. In Serie A è secondo solo a Francesco Totti per numero di reti segnate su rigore.

3° Posizione: 22 gol
“Pinturicchio” Alessandro Del Piero
Nel 2004 è stato inserito nella FIFA 100, una lista dei 125 più grandi giocatori viventi redatta da Pelé e dalla FIFA in occasione delle celebrazioni del centenario della Federazione internazionale. Prediligeva una distanza di venti metri dalla porta e un calcio diretto, senza farsi toccare il pallone da alcun compagno di squadra, e il risultato era sempre il solito, quai ovvio, go-go-go-gooooal.

2° Posizione: 28 gol
“Il Sergente” Siniša Mihajlović
Dotato di un sinistro potente e preciso, è ritenuto uno dei maggiori specialisti della sua generazione nell’esecuzione di calci piazzati. Il suo tiro divenne oggetto di studio di alcuni ricercatori del dipartimento di fisica dell’Università di Belgrado, i quali calcolarono una velocità massima di 160 km/h.

1° Posizione: 28 gol
“Il Maestro” Andrea Pirlo
Quattro volte fra i tre migliori registi dell’anno secondo l’IFFHS (tra il 2006 e il 2015), in altrettante occasioni è stato inserito tra i 23 candidati al Pallone d’oro, classificandosi nono nel 2006, quinto nel 2007, settimo nel 2012 e decimo nel 2013.
La “maledetta”, un tiro di estrema precisione che ricorda traiettorie alla Holly e Bengj.

 


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

“Lo baciai in bocca per soddisfare le mie tendenze omossessuali”

 

Condividi questa notizia: