Jovetic e quel talento mai sbocciato

8 milioni.
Si, questa cifra pagó Pantaleo Corvino per prelevarlo dal Partizan Belgrado nel 2008.
Arriva tra lo stupore di tutti, alcuni nemmeno ci fanno caso, altri si domandano solo chi è quel ‘capellone’ appena maggiorenne che è stato appena comprato.
Il presidente Della Valle e il DS ne parlano molto bene, ma a Firenze, si sa, devi giocare bene e rispettare la maglia più di ogni cosa per essere amato.
Stefan Jovetic, ci mise del tempo per ambientarsi al caldo clima del ‘Franchi’, tanto che la prima stagione segna due gol, sbloccandosi solo su calcio di rigore contro l’Atalanta.
Quell’anno la Fiorentina, riuscì ad arrivare quarta in campionato ed arrivare ai preliminari di Champions League contro lo Sporting Lisbona, Stefan andó a segno, consentendo alla viola di accedere ai gironi, dopo il pareggio in Portogallo.
Questo sarà l’inizio di una Champions favolosa, condita da due doppiette, una al Liverpool e una al Bayern Monaco, non una cosa da tutti i giorni, soprattutto per un diciannovenne.
Quella stagione di Champions League terminò proprio contro il Bayern Monaco agli ottavi di finale, la Fiorentina perse 2-1 in Baviera con un gol in fuorigioco di Miroslav Klose, al ritorno non bastó Jovetic per passare il turno nonostante la vittoria per 3-2.

Quella sera amara, sarà sempre ricordata per l’esplosione di un ‘capellone’, che si conquistò Firenze e i Fiorentini in una notte di inizio marzo.

Jo-Jo, questo il soprannome di Stefan, eterno cuore viola, tanto da dichiarare che mai nella sua carriera andrá nella tanto odiata Juventus.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Vieri: “Ora è facile indovinare perché, quando entravo in Pinetina avevo un sorriso a 32 denti”

Condividi questa notizia: