Il Napoli sogna gli ottavi

Tornano le note della champions: il Napoli sogna gli ottavi.

Dopo aver raso al suolo l’Empoli in seria A con un sonoro 5-1 dinanzi ad un San Paolo tutt’altro che stracolmo, il Napoli torna a calpestare il palcoscenico più importante, quello della Champions. Questa sera arriva al San Paolo il PSG di Thomas Tuchel, che Ancelotti ha già dimostrato di saper arginare in passato; rispetto alla gara di andata, questa sembra davvero essere decisiva per il passaggio del turno, in caso di vittoria infatti i partenopei potrebbero davvero lanciare un messaggio prepotente al girone, lasciando tra se e il PSG 4 punti di vantaggio, con due partite ancora da giocare. In caso di sconfitta, gli azzurri sarebbero obbligati a vincere le ultime 2 partite del girone e sperare in un passo falso di Liverpool o PSG.

Nel tentativo di arginare il Napoli, che tanto bene ha fatto a Parigi sfiorando la vittoria, Tuchel si affiderà al 3-4-3 sperando di disorientare Carlo Ancelotti che, dopo aver fatto bella figura al Parco dei Principi, confermerà con ogni probabilità quella stessa formazione, con Ruiz a prendere il posto di Zielinsky e con il solito e sempre più prolifico attacco ‘leggero’ composto da Insigne e Mertens. Napoli lo sa, passare il turno é una conseguente uscita di scena o di Liverpool o di PSG, tuttavia quando si parla di Ancelotti, vero e proprio genio di questa competizione, è difficile immaginare un uscita di scena al primo turno, sopratutto visti i segnali positivi mandati al San Paolo contro gli inglesi e a Parigi sopratutto, augurando che il gol dell’argentino Di Maria, giunto allo scadere, non debba far rimpiangere l’ottimo lavoro fin qui del Napoli. Il San Paolo ci crede, tutta Napoli ci crede, alla vigilia era difficile pensare che questa squadra potesse davvero mettere in difficoltà corazzate simili, ma il calcio e in particolare questa straordinaria competizione regalano spesso sorprese; l auspicio è vedere un San Paolo pieno, potrebbe essere un fattore non di poco conto, per uno stadio che se pieno, può davvero far tremare chiunque, anche i più forti.

Gentili lettori, appassionati di questo gioco, inutile ricordarvi che a poco servono le chiacchiere, le previsioni e tutto ciò che non ha che fare con il rettangolo verde, li dove questa sera, avremo la riposta definitiva e ovviamente quella più importante.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Gli spaventosi numeri di Arthur Melo