Ibrahimovic vs Van Basten fenomeni a confronto.

L’incontro con Van Basten:

«Quando ero all’Ajax ci fu un periodo in cui Van Basten era assistente nelle giovanili dell’Ajax, perciò era sempre nei paraggi ai nostri allenamenti. Mi dava un sacco di consigli ed era davvero un figo.

A quei tempi avevo ricevuto delle critiche perché non tornavo in difesa ad aiutare la squadra. Ci pensai su parecchio, così chiesi a Van Basten. “Non ascoltare mai gli allenatori!” mi disse.
“Eh? Come?”gli risposi. “Non devi sprecare le energie a difendere. Devi usarle per attaccare e segnare.” zlatan-ibra-ibrahimovic-ajax-juventus-inter


Ibra,Van Gaal e Koeman

Durante le vacanze di natale partimmo per il Portogallo per il ritiro di metà stagione. A

ll’epoca divenne d.s. Louis Van Gaal, un dittatore burbero. Come giocatore non era mai stato niente di speciale, ma in Olanda godeva di grande considerazione perché da allenatore aveva vinto una Champions con l’Ajax. Era uno di quelli che parlava dei giocatori come numeri: il 5 viene qui, il 6 va lì… E io ero felice quando non avevo a che fare con lui.

Ma in Portogallo non potei evitarlo. Mi chiamarono a rapporto lui e mister Koeman, per giudicarmi sul contributo che io avevo dato alla squadra nella prima metà della stagione.

Era uno di quegli incontri di valutazione con tanto di voto che amavano tanto all’Ajax. Entrai dunque in una stanza e mi sedetti davanti a loro.
“Ibra” esordì Koeman, “tu hai giocato in modo fantastico, ma avrai soltanto un 8. Non hai lavorato abbastanza per la squadra in fase difensiva.”
“Ok, va bene” dissi, e per me era finita lì.


Lo sai come si gioca in difesa?” Era stato Van Gaal ad intromettersi. Guardai Koeman e anche lui sembrava irritato.


“Spero di si” risposi. Dopo di che Van Gaal attaccò a spiegarmelo, e credetemi, erano tutte cose che avevo sentito già mille volte. La stessa vecchia storia su come il 9 difende sulla destra quando il 10 va a sinistra e viceversa.

Nel discorso tirò fuori un sacco di frecciate e concluse duramente:”Hai afferrato? Le capisci queste cose?” E io lo presi come un attacco.


“Tu puoi anche buttare giù dal letto ogni singolo giocatore alle tre di notte e chiedere loro come devono difendere, e loro ti risponderanno anche dormendo che il 9 corre qui e il 10 lì. Lo sappiamo. Ma io mi sono allenato con Van Basten e lui pensa tutto il contrario.”

Gli dissi. “Prego?” mi rispose.
Van Basten dice che devo risparmiare le energie per fare gol, e detto sinceramente, ora io non so più a chi dare ascolto. A Van Basten, che è una leggenda, o a un Van Gaal?” dissi, e sottolineai “a un Van Gaal”, come se si trattasse di una qualche persona insignificante. Voi cosa pensate? che lui ne fu felice? Bolliva letteralmente di rabbia.
“Ora devo proprio andare” conclusi, e me ne andai… »


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

CLASSIFICA: Le TOP 10 giocate della storia del calcio

Condividi questa notizia:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here