Gilardino:”In Germania eravamo i “magnifici 4″ della PS”

“La Play Station ci aveva lanciato segnali, che avevamo colto solo in parte. Io, Iaquinta, Materazzi e Grosso in Germania eravamo i “magnifici 4” della Play Station. Però a posteriori, quello che ci ha colpito di più a me, Vincenzo e Marco fu l’atteggiamento di Fabio quando giocavamo. Noi tre volevamo quasi sempre giocare con squadre di club, ma lui insisteva ogni volta: “dopo però prendiamo le nazionali.” Quando lo accontentavamo lui a quel punto sceglieva sempre… L’Italia. Esisteva solo quella maglia, i suoi occhi vedevano azzurro ovunque.

Italia, Italia e ancora Italia. Sentiva qualcosa, ma non ci raccontava nulla. Gli scappava una smorfia, o un sorriso, non l’ho mai capito. Giocando con l’Italia giocava anche con se stesso. Cioè Grosso era Grosso anche alla Play. Prendeva palla e puntava sempre l’area avversaria. Chi stava in coppia con lui, in quel momento impazziva:“Fabio e passalo sto pallone. Non è tuo. Mica vuoi diventare l’uomo decisivo…”
Risentita e ridetta oggi, questa frase mette i brividi. Fabio non reagiva e perseverava. 

gilardino-grosso-nazionaleE’ capitato anche, giuro, che ci fosse un rigore decisivo e lo battesse lui. “Il lui” virtuale. Ovviamente ha segnato e anche in quel caso pareva un pizzico eccitato. Ne sono certo, dentro se stesso, non so bene come e perché, iniziava ad avere certe sensazioni talmente belle da essere devastanti. Da aver paura. Un concetto comunque che abbiamo messo a fuoco solo dopo essere rientrati dalla Germania. Io, Marco e Vincenzo, in ritiro, avevamo già vissuto tutto. “Oh ma ti ricordi quella volta che Fabio alla Play si era procurato il rigore?”
“E quell’altra volta che ha fatto gol con quel tiro incredibile?”
“E quell’altra ancora in cui ha battuto il rigore decisivo e ha segnato?”
E’ vero, nella stanza di Materazzi a Duisburg, ci impegnavamo come se stessimo giocando per davvero, ma in fondo in fondo era tutta una finzione. Non per lui. Fabio stava vedendo oltre.
Stava già vincendo il Mondiale.”
[Alberto Gilardino]

Mamma i BRIVIDI…


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Neville: “Odiavo tutti e non stringevo la mano nemmeno a mio fratello…”

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here