QUI SONO IO

Chi è il giocatore più vincente della storia del calcio? Vietato leggere dopo i pasti…


“Vinca il migliore”. Consuetudine, quasi una legge naturale che impone che ad avere la meglio sia il più forte. Ma nel mondo del calcio succede sempre così?

Quante sono le partite, anche importanti, in cui a sfangarla sono state squadre con la percentuale di possesso palla più bassa dell’occupazione giovanile in Italia? Quanti sono i giocatori fantasma che sono andati a festeggiare sotto la curva un titolo vinto nonostante avessero giocato meno di Legrottaglie col Milan?

Chi è il giocatore più vincente della storia del calcio? Spoiler: non è Messi 

Ecco, quando uno di noi, che ha come unico obiettivo la vittoria del fantacalcio o di una stagione a FIFA, va a leggere su Wikipedia la classifica dei giocatori più vincenti, non trova al primo posto Ronaldo, Messi o Platini. E non trova nemmeno un mostro sacro come Buffon o un veterano delle coppe come Ryan Giggs.

Il giocatore ad aver vinto più trofei nella storia del calcio, infatti, è Scherrer Cabelino Andrade. Chi? Più comunemente detto Maxwell, noto al calcio italiano per aver contribuito nell’era Mourinho al Tripl… no, lui è uno dei pochi interisti a non essere ricordato per questo.
In questa vicenda c’entra anche l’Empoli, dal momento che Maxwell fu tesserato dalla squadra toscana nel 2006 prima di passare all’Inter. Giuriamo che non siamo stati pagati da Corsi per menzionare la sua società.

Il brasiliano è ricordato soprattutto per essere stato il segretario particolare di Zlatan Ibrahimovic lungo tutto il corso della carriera, un po’ per avere la certezza di vincere un po’ per assimilare gli insegnamenti del suo padrone. Risultato? L’allievo ha superato il maestro… sì, perchè Maxwell ha concluso la propria carriera con 35 trofei, mentre Dio Zlatan è a quota 32. Con una postilla: quest’ultimo è un giocatore ancora in attività.

31 titoli nazionali, 1 Champions (nemica di Ibra), 2 Supercoppa UEFA e 2 Coppa del mondo per club per Maxwell. Tanti quanti le nostre bestemmie dopo aver perso la finale del torneo di calcio a 5 del rione.
Si vocifera che Ibra abbia preso molto male il ricco palmarès dell’allievo, al punto di aver abbandonato lo spogliatoio del PSG nel 2016 per andare a vincere da solo un paio di coppe allo United e quindi raggiungerlo.

Niente di tutto questo, ma Zlatan non si è ancora arreso e ci riproverà questa stagione. Anche perchè è l’unico, numeri alla mano, a poter insidiare il primatista di questa speciale classifica. Una grande rivincita comunque, quella di Maxwell, che è stato obbligato a sorbirsi tutte le racchie che gli passava Ibra il sabato sera dopo la partita. Verrà ricordato ancora per molto tempo? A stabilirlo sarà il tempo, e anche Zlatan… che intanto viene ricordato per non aver mai vinto una Champions.

 

Ecco l’omaggio del PSG al più titolato al mondo (fidatevi, fa sorridere anche noi):

Les Adieux de Maxwell en vidéo 👏 #MerciMaxwell #PSG

Un post condiviso da • Infos – Paris SG • (@infosparissg) in data:


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

 

Ma che fine ha fatto: Takayuki Morimoto


 

Condividi questa notizia: