È dovuto ‘scappare’ dalla cantera del Real Madrid.

“Venivo spesso derubato delle scarpe e del cibo e, inoltre, sono stato anche accusato e punito per delle cose che in realtà non avevo mai commesso.
Mi ricordo che qualcuno mandò una lettera all’allenatore dicendo che ciò che c’era scritto era opera mia, ma io non avevo mai fatto una cosa del genere. Nonostante le mie parole e le mie lacrime, non mi credettero e fui cacciato dal centro di allenamento. Ero solo un ragazzino e non potevo convivere con questi problemi”.

 

saul niguez atletico madrid champion league


Così Saul decide a malincuore di cambiare sponda ed accettare l’offerta dell’Atletico Madrid. Una svolta drastica che però segnerà la sua carriera. A quindici anni si allena già infatti con  Sergio Aguero e Diego Forlan, mentre nel marzo 2012 diventa a 17 anni e 108 giorni il giocatore più giovane a debuttare in Europa nella storia dell’Atletico Madrid.
Adesso è un giocatore devastante per i Colchoneros del Cholo Simeone e il gol di ieri sera è una perla meravigliosa. 

 

Ma il ragazzo nato ad Elche ci ha abituato a giocate del genere illuminando serate di Champions League con colpi da vero fenomeno. [VIDEO]

 

La perla di Niguez porta in vantaggio l'Atletico Madrid [VIDEO]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here