Le 5 curiosità che non conosci del Mondiale di Russia 2018

Oggi ,per nostra grande fortuna, iniziano gli ottavi di finale del FIFA WORLD CUP 2018.

1 IL PIU’ GIOVANE ED IL PIU’ “ANZIANO”

Uno dei dati che per primi  si guardano nei giocatori di calcio è senza dubbio la data di nascita, infatti il più “cucciolo”di questo Mondiale è l’Australiano Daniel Arzani, nato in Iran ma naturalizzato australiano, sulla sua carta d’identita, alla voce data di nascita, si può leggere la data 4 Gennaio 1999. Il “vecchietto” di questi mondiali è invece il portiere Egiziano El Hadary, nato a Damietta il 15 Gennaio 1973.

2 LA NAZIONALE DI “CASA”

Alla partenza di questo Mondiale in terra Russa, le nazionali partecipanti erano 32, ma soltanto una può farsi vanto di avere tutti i giocatori che militano nel campionato del proprio Paese. Questa nazionale è l’Inghilterra, che ha la fortuna di avere tutti i propri giocatori che giocano in Premier League. Siamo certi che il C.T. Gareth Southgate sia lieto di tutto ciò.

3 UN PIZZICO D’ITALIA

Quest’anno noi Italiani, i Mondiali, saremo costretti a guardarli dal divano. Possiamo prenderci però qualche piccolissima soddisfazione, ad esempio la divisa dell’Islanda, una delle nazionali più amate di quest’ultima Kermesse Mondiale, è marchiata da ERREA’, marchio nostrano. Possiamo anche vantare un nostro “connazionale” tra le fila della nazionale Spagnola, cioè quel Thiago Alcantara, nato a San Pietro Vernotico in prov. di Brindisi.

4 LO SPAZZINO AI MONDIALI

A Russia 2018 giocheranno almeno 2 comprimari che fino a qualche mese fa non avrebbero mai osato sperarlo. Uno si chiama Gabriel Victoria: fa il netturbino a Ipanil, piccolo paese Panamense. La storica qualificazione della sua Nazionale ai Mondiali ha obbligato Panama a fornire anche una terna arbitrale. E lui, che nei fine settimana arrotonda facendo il guardalinee e non è mai uscito dal proprio Paese, si è trovato costretto a dover partire per  Mosca. L’altro è Birkir Mar Saevarsson, terzino dell’Islanda. Lui di aerei ne ha presi parecchi, perché fa il pilota di aerei di linea, e il debutto della sua Nazionale lo ha costretto a mettersi in aspettativa per 2 mesi. Perderà circa 8.500 euro, equivalenti più o meno a 7 ore dello stipendio di Messi, che a questi Mondiali in Russia sarà il  calciatore più pagato.

5 RAFA MARQUEZ NON UTILIZZA LA STESSA MAGLIA DEI COMPAGNI